UN POLIZIOTTO, CONSIGLIERE COMUNALE, PUBBLICA FAKE CONTRO IL MINISTRO DELL’ INTERNO

1

A Castiglioni, gli amministratori comunali si scoprono leghisti duri e puri. Il sindaco, dismessi i panni del “civico”, che faceva l’amore con tutti, compresi gli eletti di centro sinistra degli altri comuni, oggi è diventato ultra leghista, e utilizza la sua pagina Facebook per propagandare le tesi più estremiste. Si sta forse preparando a una candidatura con Salvini alle prossime elezioni regionali?

Ma il bello viene quando si va a scavare un po’ di più. Si scopre così che il Consigliere Comunale Sauro Bartolini, che di mestiere fa il poliziotto, diffonde, sempre su Facebook, fake news sul Ministro dell’Interno, accusandolo di voler sequestrare gli immobili per darli ai profughi (notizia falsa); si scopre che l’ex Vicesindaco Turchi, a commento della stessa  notizia (falsa) si dice “pronto a far fuoco”, non si capisce bene se intenda prendere in mano il fucile, oppure voglia accendere un falò; il capogruppo di Libera Castiglioni Luca Fabianelli, commentando la notizia dell’oscuramento delle pagine di Casa Pound e Forza Nuova su facebook, afferma che ormai “siamo in un regime”. Ma di cosa parla? Il proprietario di Facebook è un privato, che oscura chi non rispetta le regole del suo social. Se il signor Fabianelli, che è un manager della pasta, decidesse di non vendere gli spaghetti a un cliente che trasgredisce le norme commerciali, vorrebbe dire che siamo in un regime?  L’Amministrazione castiglionese ha preso una china pericolosa, la maschera civica è caduta, ci attendono mesi di propaganda, almeno fino alle elezioni regionali.

PARTITO DEMOCRATICO DI CASTIGLION FIORENTINO