ACCUSANO DIFFAMANDO E MINACCIANO EX CONVIVENTE ESSERE AUTORE DANNEGGIAMENTO AUTOVETTURA. DENUNCIATE FIGLIA E PADRE

0

A conclusione indagini, Carabinieri della Stazione di Sansepolcro deferivano in stato libertà per diffamazione e minaccia un 53enne e la figlia 26enne pregiudicata, residenti in Valtiberina

Gli stessi, in modo del tutto arbitrario e senza alcuna prova, alla presenza di alcuni astanti, in una affollata via di Sansepolcro, accusavano un 33enne cittadino albanese, già convivente della donna, essere, invero, l’autore materiale del danneggiamento dell’autovettura di proprietà della stessa che, oltretutto, nel periodo di consumazione dei reati beneficiava della sospensione del procedimento con messa alla prova.

MINACCE E MOLESTIE DA PARTE EX CONIUGE ED EX SUOCERO PERCHE’ NON ACCETTANO SEPARAZIONE DA PARTE DELLA GIOVANE. DENUNCIATI DUE UOMINI. 

A conclusione di attività di indagine i Carabinieri della Stazione di Sansepolcro deferivano in stato libertà per minacce e molestie un 64enne ed il figlio 40enne residenti in Valterina, rispettivamente ex suocero ed ex coniuge della denunciante, in quanto ponevano essere comportamenti minacciosi e molesti, consistiti in ripetuti passaggi a tarda sera sotto abitazione della donna, con riprese fotografiche della propria  auto, perché’ non accettavano separazione da parte della stessa.

DISSIMULANDO PROPRIO STATO INSOLVENZA, RITIRAVA, PER MEZZO  PROPRIO CORRIERE, LUBRIFICANTE NON ADEMPIENDO OBBLIGAZIONE CONTRATTA. DENUNCIATO.

I Carabinieri della Stazione di Sansepolcro deferivano in stato libertà un 56enne della provincia di Perugia, pluripregiudicato per Truffa e Insolvenza fraudolenta.

L’uomo, dissimulando il proprio stato insolvenza, ritirava del lubrificante (olio “mobil” da 200 kg.) per un valore di 1.500 euro, per mezzo del  proprio corriere  presso ditta  dedita commercializzazione di prodotti petroliferi, sita in Sansepolcro, non adempiendo all’obbligazione contratta.

Lo stesso, già destinatario dell’Avviso Orale del Questore di Perugia, è  stato proposto per applicazione della misura di prevenzione personale di un foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Sansepolcro.

CIRCUIVA ANZIANA E TRUFFANDOLA LE SOTTRAEVA DENARO, DENUNCIATA UNA DONNA

A conclusione di attività di indagine i Carabinieri della Stazione Sansepolcro deferivano in stato libertà per circonvenzione di persona incapace, furto aggravato e truffa aggravata un 49enne pluripregiudicata residente in Valtiberina.

L’uomo, in qualità di persona fiducia, accompagnava un’anziana donna 81enne presso l’Istituto Credito “Ubi Banca” di Sansepolcro per l’apertura di un conto corrente e approfittando della particolare condizione salute psico-fisica della stessa, si impossessava della carta bancomat  e, carpendone il pin, effettuava due prelievi da 250 euro oltre bonifico di 28.000 euro a  favore stessa banca-recupero crediti, però non andato a buon fine.