Ferdinando III di Lorena recupera definitivamente tutti gli attributi del potere

0

E dopo il braccio torna anche la lancia. Il monumento del granduca Ferdinando III di Lorena, la statua realizzata dallo scultore Stefano Ricci, eretta in Piazza Grande il 13 aprile 1822 e dal 1932 collocata in cima a Piaggia di Murello, recupera la sua integrità. E la città ritrova una delle sue vedute e opere d’arte più prestigiose.

Nel gennaio 2017, una micidiale escursione termica notturna aveva fatto effetto prima sulla lancia, accorciandola, e conseguentemente sull’arto di marmo. Da allora, il povero Ferdinando risultava “amputato e disarmato”.

La tecnica dei restauratori incaricati dall’amministrazione comunale consiste nell’applicazione di un arpese metallico uncinato, ovviamente a scomparsa, per garantire il collegamento tra gli elementi in pietra, pugno e arma, la loro opportuna stabilità e che questa parte di monumento non si comprometta di nuovo.