Maltempo, resta alta l’attenzione della Asl

0

Personale e mezzi del 118 raddoppiati anche oggi. L’Azienda ringrazia tutto il personale

AREZZO – In occasione della straordinaria ondata di maltempo che si è abbattuta sui territori di Arezzo, Siena e Grosseto, la Direzione Aziendale della Asl Toscana sud est rinnova e rafforza il proprio impegno nel garantire soccorsi e vicinanza alla popolazione per tutto ciò che è di sua competenza e ringrazia tutti coloro che, nelle strutture del 118, dei Pronto soccorso, quelle ospedaliere, territoriali, della continuità assistenziale (ex Guardia medica) e dei servizi domiciliari, hanno dato il proprio contributo senza sosta, rimanendo al lavoro ben oltre i propri turni.

Lo spirito di coesione e solidarietà nei momenti difficili caratterizza da sempre questa Azienda, fatta prima di tutto da uomini e donne, gli stessi che ogni giorno sono vicini al cittadino nelle piccole e grandi emergenze di salute. La Direzione Asl sottolinea anche la proficua collaborazione con le altre istituzioni del territorio che, sotto il coordinamento della Prefettura, stanno mettendo in campo tutte le proprie risorse.

Anche l’Assessore regionale al Diritto alla Salute Stefania Saccardi ringrazia tutti i soggetti coinvolti nel soccorso e nell’assistenza ai cittadini, con particolare riferimento ai vigili del fuoco e al mondo del volontariato, che non si tira mai indietro di fronte alle situazioni di emergenza.

Per quanto riguarda la situazione attuale degli ospedali della Sud Est, i presidi hanno retto bene l’impatto con i temporali. Si registra solo qualche infiltrazione e alcuni casi di ascensori bloccati (che avevano comunque vie di salita alternative) a causa dell’acqua in fondo alla corsa. Come successo ieri, anche per oggi, il 118 raddoppia il proprio impegno, sia a livello di mezzi che di personale in turno.

Un ringraziamento anche agli altri uffici stampa e ai media che giorno e notte in tempo reale hanno contribuito ad informare, orientare e rassicurare la cittadinanza. L’Azienda è vicina alle famiglie che in queste ore stanno cercando di ripristinare le loro abitazioni e, soprattutto, al dolore dei familiari dell’uomo deceduto nell’Aretino proprio in seguito al forte maltempo.