Un diluvio di lampi, grandine e acqua su Arezzo e provincia. Intervenuti anche mezzi di soccorso VVF di Prato e Siena

0
Al momento le zone più colpite sono quelle di San Zeno, Alberoro, Manciano, Castiglion Fiorentino.
A lungo chiusa la rotatoria di Olmo per una frana sulla SR71.

Adesso riaperta dopo che le forze dell’ordine hanno fatto defluire il traffico verso Ristradella.

 

I Vigili del Fuoco del Comando di Arezzo stanno intervenendo per allagamenti e danni causati dall’ondata di maltempo che ha colpito la provincia, principalmente nelle zone di Arezzo, Madonna di Mezzastrada, Rigutino e Castiglion Fiorentino.

In città la situazione più critica è nel centro e non solo in via Romana.
In via Piero della Francesca la strada era completamente allagata.
In zona Giotto i tombini sono stati innalzati dall’acqua che usciva dalla rete fognaria, con grosse difficoltà di circolazione dalla rotatoria vicina allo Stadio alla piazza e disagi al Bagnoro

In Via Mecenate allagati garage e scantinati.

La Asl ha raddoppiato i mezzi di soccorso attivi. Tutte le chiamate sono state prese in carico. I pazienti a domicilio nonostante sia andata via l’energia elettrica non hanno avuto problemi. Grande collaborazione con volontari e vigili del fuoco.

Ho fatto un giro per la valdichiana. Fin dove sono riuscito. Frassineto ormai è come le colonne d’Ercole, non si supera nemmeno aggirandola. 
E poi è una scena apocalittica.
Campi di girasole con l’acqua fino al fiore.
Vigneti da cui emergono solo i tralci. Nemmeno un pezzetto del tronco è piu’ visibile.

Case allagate, gente che spala, macchine in panne abbandonate, i cui conducenti han chiesto riparo e sono stati ospitati.
Uno scenario da incubo. 
Intanto continua a piovere e lampeggiare.
Dai tombini l’acqua fuoriesce come fontane. La pressione la spinge fino ad un metro di altezza. La protezione civile è sul posto, anche se come al solito, la parte del leone tocca ai carabinieri.
E’ tutto marrone. Come i pensieri.
CODICE GIALLO ESTESO A TUTTA LA TOSCANA
La sala operativa unificata della Protezione civile regionale ha esteso a tutta la Toscana il codice giallo per la perturbazione che ha iniziato oggi a interessare la regione e che si protrarrà nella giornata di domani, domenica 28 luglio.
Oggi, le precipitazioni, a prevalente carattere temporalesco, interesseranno soprattutto il nord ovest e le zone interne a ridosso dell’Appennino, mentre dal tardo pomeriggio e in serata è atteso un peggioramento in estensione a tutto il territorio.
Domani, nella notte e al primo mattino, ancora precipitazioni prevalentemente temporalesche possibili su tutto il territorio, ma più probabili e diffuse su costa e zone centro meridionali. Nel corso del pomeriggio tendenza a graduale miglioramento con fenomeni che risulteranno via via più isolati fino a cessare in serata.
Per le 22 di stasera la Soup prevede la pubblicazione di un bollettino di monitoraggio per un ulteriore valutazione del rischio temporali e idrogeologico in specifiche zone della regione.
Dettagli e consigli sui comportamenti da adottare si trovano all’interno della sezione “Allerta meteo” del sito della Regione Toscana