Telecamere in sei scuole e 1.000 ore per gli agenti della polizia locale

0

Approvato dal ministero dell’Interno il progetto presentato dal Comune di Arezzo

Lucia Tanti: “un’attenzione sempre maggiore nel segno di sicurezza e coesione sociale. L’incontro con alcune famiglie”

Sei istituti con nuovi “occhi” elettronici: liceo classico, istituto tecnico commerciale Buonarroti, scuola media Cesalpino, istituto magistrale Vittoria Colonna e scuole elementari adiacenti, liceo scientifico Francesco Redi, scuola media IV Novembre. E 1.000 ore finanziate di straordinario per gli agenti della polizia locale che vigileranno i suddetti istituti svolgendo un’attività di presidio e controllo. Saranno gli effetti concreti delle risorse ottenute dal Comune di Arezzo grazie all’approvazione da parte del ministero dell’Interno del progetto Scuole Sicure.

“Da ottobre a maggio – ha specificato l’assessore alle politiche scolastiche Lucia Tanti – praticamente per la durata del prossimo anno scolastico, avremo sei istituti che potranno contare su condizioni di maggiore sicurezza. È un’esigenza che mi è stata posta con forza dalle famiglie. E riceverò proprio una delegazione delle stesse i cui figli frequentano la IV Novembre, per dare un segnale di vicinanza e di ascolto della voce dei genitori che lamentano purtroppo frequentazioni poco sicure nei pressi delle scuole dei figli. Su questa problematica, sono aperta ovviamente a replicare gli incontri con chiunque. Vogliamo che gli alunni e gli studenti entrino in classe senza dover subire pericolosi avvicinamenti, vogliamo che i genitori vivano la crescita culturale ed educativa dei loro ragazzi in assoluta tranquillità. Questo progetto, per il cui sviluppo ricordo il contributo degli assessori Barbara Magi e Gianfrancesco Gamurrini, consente di avvicinarci a questi obiettivi”.