Pd e Arezzo in Comune: anche il sindaco alla canna del Coingas

0
I risvolti della vicenda giudiziaria Coingas li lasciamo alla magistratura, ma quelli politici sono sempre più gravi. Avevamo chiesto all’assessore Merelli di chiarire e farsi da parte e anche per il sindaco Ghinelli vale lo stesso teorema, indipendentemente dai risvolti giudiziari. Riguardo Coingas, il sindaco ha intimato a Merelli di fare pressioni sui revisori contabili non compiacenti? E’ arrivato a chiedere la sostituzione di uno di loro? Basta questo per poter sostenere che il comportamento di Ghinelli sia stato sopra le righe, basta questo per chiedere al sindaco di dimettersi.
Al di là degli esiti dei tentativi di Ghinelli, che fortunatamente non si sono concretizzati visto che il parere dei revisori contabili è stato negativo e non ci sia stata alcuna sostituzione dei componenti dell’organo, quello che conta è l’atteggiamento politico del sindaco: un uomo pronto a forzare la mano per proteggere interessi che non sono quelli della comunità che amministra.
Di fronte ad una vicenda di spreco di denaro pubblico Ghinelli avrebbe chiesto la sostituzione dei revisori dei conti che non ravvisavano congruità in quelle consulenze da 440 mila euro. Si tratta di un fatto politicamente grave perché si è cercato di alterare un organo deputato al controllo dei soldi di Coingas, soldi degli aretini.