La compagnia dell’anello… a Nord: una saga lunga 30 anni di progetti (uno piu’ orrendo dell’altro)

21

La chiusura a Nord con un anello di scorrimento è senza dubbio cosa necessaria per liberare via Tarlati a rischio soffocamento. Ma onestamente quando ho visto il progetto di cui fino ad ora avevo solo sentito parlare, mi è venuto un po’ da ridere…

Dunque l’anello non ha nulla a che vedere con la vecchia circonvallazione (un tempo era conosciuta così). Non si chiude nessun anello, si realizzerebbe soltanto una viabilità alternativa.

Osservando le carte, il progetto parte dal crocifisso delle Forche, in fondo a via della Chimera, costeggia il supermercato, e poi piega verso Est.

Raggiunge viale Santa Margherita 500 metri esatti da Porta San Clemente, dove verrebbe realizzata la seconda rotonda.

Prosegue con una direzione costante verso Via Buonconte da Montefeltro, dove in prossimità di una cabina elettrica verrebbe realizzata la terza rotonda.

A questo punto viene il difficile: la disfida regionale. Sono anche curioso di sapere cosa ne pensa la sovrintendenza, proprio quella che a gran voce è stata richiesta nuovamente ad Arezzo.

Da via Montefeltro infatti, costeggiando la piscina nei pressi degli archi, raggiunge l’acquedotto vasariano, ed esattamente sotto gli archi verrebbe realizzata la quarta rotonda.

Da qui, attraversando l’alberata di Villa Occhini, raggiungerebbe il parco di Villa Severi.

Non si capisce infine come il traffico verrebbe da qui smistato perché il progetto termina sul perimetro del parco.