Vi dice niente la data del 2 Giugno? E’ la festa della Repubblica Italiana!

3

“La grandezza della Repubblica è essere di tutti e la sua Festa va dedicata a tutti gli italiani, a tutti i migranti che si trovano in Italia, a tutte le comunità, anche quelle minori e più deboli, ai rom e ai sinti, anch’essi perseguitati e vittime dell’Olocausto. La Repubblica non fa differenze e la sua bandiera sventola per tutti”.

Difficile fare polemica contro questa affermazione del Presidente della Camera. Ma ci sono riusciti.

Si sappia – lo dico per i troppi smemorati – che fu con le leggi razziali che vennero consegnati alle camere a gas migliaia di italiani di religione o etnia ebraica, rom e sinti.

A firmare quelle leggi era stato il Re dei Savoia, la stessa monarchia cacciata poi dall’Italia dal voto dei cittadini e delle cittadine il 2 giugno 1946.

Vi dice niente la data 2 giugno? Ebbene il 2 giugno, per ricordare tutto questo, è stata dichiarata “Festa della Repubblica Italiana”.

Ricordatevelo tutti e sappiate spiegarlo a chi fa polemiche sul nulla

Alfio Nicotra