Neve a Badia Prataglia e alla Verna

0

Il fronte freddo di origine polare sta transitando sulla nostra Penisola determinando un crollo delle temperature

Questa notte ci sono stati venti fortissimi fino a 100 km/h sui crinali.

E’ tornata anche la neve a causa dell’abbassamento termico.

Disagi e ritardi su alcune linee ferroviarie a causa del vento: sulla Siena-Chiusi tra Rapolano e Rigomagno, sulla Firenze-Roma (linea lenta) tra Firenze e Arezzo.

Lo zero termico è attualmente intorno a 700 metri di quota, ma la neve è caduta fino a 300-500 metri nella notte sulle zone appenniniche.

Nevicate, localmente anche abbondanti, sui passi appenninici oltre a raffiche di vento superiori a 80 km/h sui crinali appenninici .

Neve sui passi anche dell’Aretino, come a Chiusi della Verna dove i fiocchi bianchi hanno alzato la coltre di alcuni centimetri e a Badia Prataglia.

In questo momento sta nevicando sull’Appennino Tosco-Emiliano, su quello Abruzzese, Marchigiano e Molisano a partire dagli 800 metri di quota.

La Reperibilità costante del Servizio di Protezione Civile della Provincia di Arezzo, permette di tenere sotto controllo le criticità meteorologiche per l’allerta meteo lanciata dalle ore 21 di ieri e fino alle ore 23.59 di oggi 26 marzo. Lo stato di allerta meteo per vento forte attivato già da ieri dalla Protezione Civile, riguardano le zone del Valdarno e della Valdichiana con codice arancio per vento; mentre per le zone del Casentino e Valtiberina è stato attivato sempre per vento lo stato di vigilanza con codice giallo. Gli interventi della Provincia di Arezzo hanno riguardato la viabilità provinciale e regionale, dove la SR 71 è stata riaperta al transito nel centro abitato di Badia Prataglia precedentemente oggetto di ordinanza di chiusura, attivo da alcuni giorni per edificio pericolante; ed è stato inoltre risolto nella notte l’intraversamento di un mezzo pesante per neve nella viabilità comunale alternativa. Nel Valico Madrioli si registrano 30 cm di neve, transitabile solo con catene e divieto per mezzi autoarticolati e bilici. Nevica sui passi del Casentino e Valtiberina, e sono in azione i mezzi spalaneve della Provincia in azione. Diversi interventi per rimozione piante. Nessuna criticità particolare segnalata, anche se si invitano i cittadini a non lasciare i rami delle potature incustodite, per evitate che il forte vento li trascini altrove. Segnalazioni pervengono dai Comuni per I’incendio boschivo nella notte in comune Castelfranco Pian di Scò in loc. Caspri per un cantiere forestale privato in pineta. Nessuna segnalazione di protezione civile attiva nel Comune di Arezzo, ad eccezione di piccoli danni da vento. Nel Pratomagno, una pianta di Tiglio di notevoli dimensioni è caduta nel centro di Terranuova, causando piccoli danni diffusi. Nessuna segnalazione attiva ad eccezione di piccoli danni nella zona della Valdichiana Est. In Valtiberina, il vento ha creato dei danni alle coperture dei campi da tennis a Sansepolcro oltre qualche centimetro di neve e sono già in moto gli spalaneve del Comune di Sestino in azione. Sulla E45 per ora nessuna segnalazione. Nella zona del Valdarno, si registrano a Montevarchi dei danni alla impermeabilizzazione della scuola media di Levane con intervento VVF. Scuola aperta. Interventi per piante divelte o pericolanti sul territorio comunale. Disalimentazioni ENEL: 700 utenze a Terranuova B.ni e 700 a Loro Ciuffenna. In risoluzione da parte di Enel Distribuzione.

In foto Badia Prataglia questa mattina