La Ginnastica Petrarca vive la finale del campionato di A2

0

Sabato 16 marzo, la società aretina sarà impegnata a Ferrara nella quarta e ultima prova del torneo

La Ginnastica Petrarca proverà a migliorare l’attuale sesto posto occupato nella classifica generale

AREZZO – La Ginnastica Petrarca va a Ferrara per la quarta e ultima prova del campionato di A2 di ginnastica ritmica. La finale è in programma sabato 16 marzo quando, a partire dalle 16.00, le dodici squadre militanti nella seconda serie nazionale si alterneranno in pedana in un programma completo di esercizi tra fune, cerchio, palla, clavette e nastro, con la somma delle singole esibizioni che permetterà di definire la classifica finale con le conseguenti tre promozioni in A1 e tre retrocessioni in B. La società aretina si presenta all’appuntamento al sesto posto della classifica generale e motivata dall’obiettivo di chiudere il torneo nel migliore dei modi, con lo staff tecnico composto da Irene Leti, da Elena Zaharieva, da Federica Peloso e dalla coreografa Stefania Pace che ha potuto godere di tre settimane di tempo per preparare le atlete a questa difficile prova.

Le maggiori attese ricadono su Beatrice Fioravanti e Asia Massetti che, insieme a Maria Vilucchi, sono le ragazze più esperte del gruppo, sono cresciute nella Ginnastica Petrarca e, da anni, ne stanno indossando con successo i colori nei massimi campionati nazionali. Un supporto importante sta arrivando anche da Sofia Gori ed Erika Bromo che, arrivate in prestito rispettivamente da Corallo di Prato e Armonia d’Abruzzo di Chieti, hanno vissuto il loro esordio in A2 e si sono fin da subito dimostrate competitive con esercizi di alto livello, oltre che dalla spagnola Polina Berezina Ksenofontova che sta portando alla squadra un contributo in termini di esperienza internazionale. A chiudere la squadra sono infine le giovani ma affidabili Anita Adreani e Sofia Mortimer che, in questa stagione, sono impegnate anche nel campionato di C. «Le finali regalano sempre forti emozioni – commenta Leti, – perché rappresentano il compimento di un percorso sportivo che ha messo alla prova le nostre atlete e che le ha viste confrontarsi con alcune delle migliori d’Italia. L’obiettivo sarà di tenere alto il nome della Ginnastica Petrarca in questo prestigioso contesto».