L’entusiasmo di oltre 70 ragazzi anima il Servizio Civile

0

Ecco i progetti a cui partecipano i giovani tra Arezzo, Siena e Grosseto

AREZZO – Sono oltre 70 i ragazzi che hanno iniziato nei giorni scorsi il Servizio Civile alla Asl Toscana sud est, suddivisi tra i territori di Arezzo, Siena e Grosseto. I giovani sono impegnati in progetti che si articolano sia in servizi sanitari territoriali che tecnici, di accoglienza e nelle Unità Operative ospedaliere e Pronto Soccorso.

Ecco i progetti in atto nella provincia di Arezzo:

  • “Spazi ai giovani!” – nei consultori familiari di Arezzo, Valdarno, Casentino e Valtiberina;
  • “Paura non mi fai paura!”, il Servizio Civile nella U.O. di Pediatria all’ospedale di Arezzo;
  • “Accogliere sempre”: l’accoglienza nell’ospedale di Arezzo;
  • “Parole & sorrisi oltre il bisturi”: alla Chirurgia Generale e d’Urgenza all’ospedale  di Arezzo;
  • “Geriatria Arezzo”: il Servizio Civile come ”Risorsa terapeutica negli stati confusionali acuti dell’anziano”;
  • “Il servizio civile: un sostegno per pazienti e familiari”, nella Unità Operativa di Neurologia dell’ospedale di Arezzo;
  • “La sicurezza per tutti”, al Dipartimento Prevenzione Area Aretina;
  • “Pronti per voi”: accoglienza, informazione e orientamento al cittadino e al paziente presso il Pronto Soccorso.

In provincia di Siena i progetti sono:

  • SER-D Siena – Accoglienza al cambiamento di stile
  • Verifica dei beni immobili dell’Azienda USL Toscana Sud est ed aggiornamento dei dati inventariali.

In provincia di Grosseto i progetti sono:

  • “Volontariamente”, la salute mentale nella Zona “Colline Metallifere” Follonica;
  • “Insieme per esserci”, alla  RSA di Villa Pizzetti, Grosseto;
  • “Stili di vita sani e non violenti”, il Servizio civile nei progetti di Promozione della Salute di Grosseto;
  • Rilevazione del patrimonio immobiliare artistico dell’Azienda USL Toscana Sud Est in Area Grossetana.

Si tratta di una importante opportunità per i giovani che risiedono nel territorio della Asl Toscana sud est. Il Servizio Civile opera nel rispetto dei principi che un’Azienda Sanitaria fa propri da sempre: solidarietà, partecipazione, inclusione e utilità sociale, con un’ottica di potenziamento dell’occupazione giovanile.

“Il nostro impegno sarà di permettere ai ragazzi di vivere un’esperienza preziosa per la loro vita, da portare con sé come competenza tecnica ma soprattutto umana – commenta Simona Dei, direttore generale FF della Asl Toscana sud est – Li ringrazio fin da ora per la freschezza e l’impegno che ci trasmetteranno”.