Misura restrittiva per il reato di “stalking”

0

I Carabinieri della Stazione di Bibbiena hanno eseguito un aggravamento di una preesistente  misura restrittiva nei confronti di un cittadino italiano, M.F., 49enne del Casentino per il reato di “stalking”;

L’uomo, già sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex moglie, a causa delle ripetute denunce a lui imputate per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni e minacce. Gli episodi, risalenti dal settembre 2015 al mese di ottobre 2018, avevano determinato l’emissione, da parte del GI.P. del Tribunale di Arezzo del divieto di avvicinamento a meno di 200 metri dai luoghi frequentati dalla ex moglie. Nonostante tale divieto l’uomo, non rassegnato alla fine della relazione, aveva violato in più di una circostanza l’obbligo e tali comportamenti, debitamente documentati dalla parte offesa e trasmessi all’Autorità Giudiziaria da parte dei Carabinieri di Bibbiena, hanno indotto il giudice ad inasprire considerevolmente la misura. Con l’adozione del provvedimento odierno l’uomo è stato sottoposto all’obbligo di dimora nel luogo del proprio domicilio e quindi ben lontano dai luoghi frequentati dalla vittima, con in aggiunta del divieto di uscire dalla propria abitazione nelle ore notturne.