GHINELLI: REGIONE INCONCLUDENTE, AD ATO TOSCANA SUD LA LEADERSHIP NELLA POLITICA DEI RIFIUTI

0

L’ASSEMBLEA DI ATO TOSCANA SUD

Ad oggi la Regione non ha ancora avviato il processo di redazione del nuovo Piano Rifiuti e Bonifiche ed è quanto mai concreto il rischio che ciò non avvenga entro questa consiliatura, con le evidenti chiare conseguenze negative che ciò comporterebbe. Ancora una prova chiara della incapacità della Regione ad assumere il ruolo di programmazione che le compete, al quale invece si contrappone l’efficienza di ATO Toscana Sud, in grado di assumere un ruolo di leadership nella politica dei rifiuti in Toscana”. Non usa mezzi termini il Sindaco di Arezzo e Presidente di ATO Toscana Sud Alessandro Ghinelli a margine dell’Assemblea dell’Autorità tenutasi ieri a Siena, nel rivendicare proprio all’Autorità da lui presieduta la gestione dei rifiuti a livello regionale.

Dall’Assemblea è stato rilevato che i ritardi nell’adozione degli strumenti di pianificazione rallentano invitabilmente la possibilità per l’Autorità di adottare nei tempi previsti il provvedimento in materia di Piano d’Ambito, in particolare per quanto attiene gli interventi al sistema impiantistico necessari a garantire il trattamento dei rifiuti prodotti non solo dai Comuni di ATO Sud ma anche di parte di quelli di ATO Centro, così come previsto dalla Convenzione Interambito. Secondo ATO Sud, la mancata approvazione del PRB regionale rende quanto mai necessaria la sottoscrizione ai accordi di pianificazione tra Regione e singole ATO in grado di definire lo scenario istituzionale entro il quale inquadrare le scelte impiantistiche indispensabili a garantire continuità alle capacità di trattamento di rifiuti prodotti: di rappresentare questa istanza agli organi amministrativi e tecnici della Regione Toscana è stato dato quindi ieri mandato al Presidente dell’Assemblea, al Presidente del Consiglio Direttivo e al Direttore Generale di ATO Toscana Sud.