I cammini di Francesco nell’aretino, il progetto diventa realtà

0

 

Destinati dalla Regione Toscana al Comune di Arezzo oltre 48mila euro per il progetto “I Cammini di Francesco”. Il Comune capoluogo, infatti, fa da capofila amministrativo ad altre dieci amministrazioni: Anghiari, Badia Tedalda, Caprese Michelangelo, Castiglion Fiorentino, Chiusi della Verna (Comune capofila per la rappresentanza), Cortona, Monterchi, Pieve Santo Stefano, Sansepolcro e Sestino.

“Si tratta di un progetto unitario che vede interessate e in stretta collaborazione molte realtà della nostra provincia – spiega l’assessore al turismo del Comune di Arezzo Marcello Comanducci. Il percorso ha richiesto del tempo ma alla fine l’impegno è stato ripagato. La Giunta regionale ha destinato una cifra significativa a ‘I cammini di Francesco’”.

Il progetto si caratterizza per essere il primo prodotto turistico omogeneo di slow tourism, nel territorio aretino, che si propone infatti di sostenere e valorizzare forme di turismo lento e strutturare prodotti turistici eco sostenibili, attraverso interventi rivolti a integrare e mettere in rete le risorse ambientali e territoriali per lo sviluppo congiunto ed integrato delle potenzialità turistiche, sia mediante la creazione di un circuito che con azioni di promozione e valorizzazione della rete de “i Cammini nell’aretino”.

“Con questo finanziamento il progetto diventa realtà e si tratta di un altro modo di attirare visitatori nel nostro territorio e renderlo appetibile a un’ampia fascia di visitatori. Persegue e si basa su un’esperienza consolidata in altre regioni, come nella vicina Umbria, che muove numeri estremamente elevati in termini turistici” aggiunge l’assessore Comanducci.

“Questo impegno è stato portato avanti dai Comuni insieme all’associazione ‘I Cammini di Francesco’. Una sinergia importante che ha dato i suoi frutti” conclude il presidente della stessa associazione Giovanni Tricca.