“UltimOra Ghinelli: un’alternativa progressista per il riscatto di Arezzo.

2

Invitiamo i cittadini all’auditorium della Cgil venerdì 14 dicembre alle 21,15”. Dichiarazione del capogruppo consiliare Francesco Romizi (Arezzo in Comune)

 

“Diamo appuntamento a tutti i cittadini interessati per venerdì 14 dicembre alle 21,15 all’auditorium della Cgil, dove comincerà un percorso, in vista delle elezioni amministrative, per la composizione di un raggruppamento progressista in grado di costituire l’asse portante della sfida politica ed elettorale da lanciare all’attuale amministrazione. I risultati della giunta Ghinelli sono sotto gli occhi di tutti. O meglio: i non-risultati. Molte attese suscitate, proclami di guerra contro tutto e tutti, ogni pretesto sbandierato per sottolineare lo stato d’assedio che vivrebbe Arezzo, attaccata dai poteri maligni della sanità, del governo, di Arezzo Fiere, dei gestori dei servizi pubblici, dall’acqua ai rifiuti, da Siena, da Firenze, da Roma, perfino dai commercianti del Corso, dai sindacati, dai dirigenti scolastici che rivendicano legittima autonomia rispetto a presunte ‘tradizioni’ e, ovviamente immancabili, giornalisti e immigrati.

Poi, l’unica scelta sarà quella, e speriamo venga scongiurata, di portare un vero stato d’assedio con i militari dentro un quartiere, dipinto oramai come più insicuro di una periferia sudamericana. Dopo tre anni e mezzo abbiamo dunque un’antologia di velleitarismo che ha prodotto solo delusioni tra lo stesso elettorato di centrodestra. Figuriamoci tra di noi.

Per questo, l’appuntamento che abbiamo voluto intitolare ‘UltimOra Ghinelli’ farà il punto sullo stato attuale della città e proverà a mettere le basi per un progetto di alternativa che restituisca innanzitutto un clima diverso, costruttivo, in cui non serva puntare il mirino sempre su qualcuno. Non basta accendere le luci di Natale quando per il resto dell’anno scopriamo un Arezzo da medioevo. Sì, buia. Non mi sento di definirla altrimenti”.