“La prova del cuoco”, due puntate in pochi giorni per chef Shady

0

 

AREZZO – Due puntate de “La prova del cuoco” in pochi giorni per chef Shady Hasbun. Il cuoco, ormai tra le presenze fisse di questa edizione condotta da Elisa Isoardi, tornerà ai fornelli di RaiUno mercoledì 12 dicembre per portare la propria esperienza nelle gare conclusive del programma in cui professionisti e appassionati di cucina si sfidano nelle due squadre di “Pomodoro rosso” e “Peperone verde”.

Natale alle porte, si inizierà parlando di ANANAS con la ricetta della chef mantovana CLARA ZANI che preparerà una golosa TORTA ALL’ANANAS CON CREMA DI CIOCCOLATO.

Con lei ci sarà il tecnico agrario SONIA DONATI da Firenze, che svelerà tutte le proprietà di questo frutto sorprendente.

Nel “Duello all’italiana” di mezzogiorno gli chef SILVANO LIBRENTI da Bologna e ALESSANDRO DENTONE da Genova si sfideranno nella rivisitazione di un piatto tipico della tradizione piemontese: il BOLLITO MISTO.

Per la rubrica “Piatto d’autore” la chef romano GIANFRANCO PASCUCCI  cucinerà dei gustosi SPAGHETTI ALLO SCOGLIO.

Spazio anche alla creatività dello chef EMILIO SIGNORI da Grosseto che preparerà un saporito FILETTO ALLA WELLINGTON.

Terza “manche” per i nuovi protagonisti della PROVA DEL CUOCO: i concorrenti ANTONELLA VERBICARO da Potenza e CLAUDIO GENNAI da Livorno se la giocheranno a suon di menù, affiancati dagli chef SHADY HASBUN da Arezzo e FRANCO MAZZEI da Pistoia.

A giudicarli lo chef stellato ANTHONY GENOVESE, la giornalista gastronomica FRANCESCA MEZZADRI e – “giurata per un giorno” – la giornalista del Tg3 ALESSANDRA CARLI.

Tra le luci, le decorazioni e le ghirlande natalizie che da questa settimana abbelliscono gli studi romani, chef Shady dovrà dimostrare la propria preparazione e la propria creatività nel realizzare golose ricette con gli ingredienti a sorpresa messi a disposizione dagli autori de “La prova del cuoco”.

Toscanità e internazionalità sono i due elementi che l’aretino sta portando al programma, privilegiando la realizzazione di piatti della tradizione regionale arricchiti con i sapori mediorientali di spezie e erbe aromatiche. Questo connubio valorizza la doppia radice italo-palestinese di chef Shady e rappresenta un invito alla sperimentazione culinaria tra profumi e culture diverse.

«Il nostro ruolo – commenta chef Shady, – è particolarmente importante: oltre a porre le nostre competenze al fianco dei concorrenti in gara, infatti, spieghiamo e raccontiamo ai telespettatori le caratteristiche di ogni ingrediente e di ogni piatto, ben supportati dalla simpatia e dalla competenza di Elisa Isoardi. Ogni puntata, dunque, rappresenta un’occasione per mettersi alla prova e per imparare sempre qualcosa di nuovo».