CASTIGLIONI SOTTERRANEA DAS CABINET

0

Gli albori della cinematografia proiettati nel sottosuolo di Castiglioni.

Se Marinetti con il suo manifesto ha creato le basi per il futurismo Robert Weine regista e Marnau il produttore con “Das Cabinet des  Dr.. Caligari”

hanno creato il manifesto del movimento dell’espressionista in ambito cinematografico che e’ stato il più importante movimento cinematografico del secolo scorso.

Per un appassionato come me della settima arte e che e’ tra quelli che non considera “La corazzata Potiomkin” (come il Rag. Fantozzi) una cacata pazzesca, vedere Das Cabinet in uno spazio teatrale
(NUNC – nucleo non convenzionale via Dante 82) ricavato in affascinanti locali semisotteranei e che meravigliosamente si armonizzano con il suo arredo con le immagini proiettate è stato vivere una emozionante serata che ancor più mi conferma che Castiglion Fiorentino si sta’ imponendo come la capitale cinematografica della Val di Chiana e dell’intera provincia di Arezzo con il suo cartellone della sagra del cinema e delle serate al teatro Spina.

Una proiezione che ha visto un sottofondo musicale dal vivo del Organizzato da Freud’s Statement Project (che ha anche organizzato l’evento) che ha accompagnato con inquietante armonia tutti e sette le parti di cui si compone il film.
Ho usato l’aggettivo inquietante perché il film è un esempio perfetto di thriller psicologico in cui dall’inizio alla fine quello che sembra reale riappare come l’incubo più orribile

“Il non sapere se si vive la realtà od un sogno”.

E su questo stato d’animo incide la irrazionale scenografia del film e l’utilizzo di inquadrature fisse che come mi ha fatto notare la attenta fotografaAndorela Marrail regista ha utilizzato una particolare tecnica scenografica che deforma gli spazio e gli ambienti in linee curve od acute e mai razionali geometricamente il che rende insicuro lo spettatore introducendolo a navigare all’interno del film non più come spettatore ma come attivo testimone.

La fotografa Antoneda Marra, che mi ha aiutato tecnicamente con le sue conoscenze specifiche in questa recensione, sta partecipando ad un importante concorso con una fotografia che si può considerare appartenente al movimento espressionista (sia per la tecnica utilizza che per il tema (che io ho votato on line) e che invito tutti. per merito e stima, a visionare e se ritenuta meritevole a votare nel seguente link https://dantebus.com/contests/artwork.php…

Maurizio Menchetti