Iniziato il percorso che porterà alla scelta dello sfidante a Castiglion Fiorentino

0
????????????????????????????????????

Questa mattina sotto il loggiato vasariano di Castiglion Fiorentino si è svolta la conferenza stampa per la presentazione dei tre candidati alle primarie del centro sinistra. I tre candidati sono Luca Casagni, dipendente del ministero della difesa; Alessandro Castellani, scrittore e imprenditore; e Edoardo Lucci, imprenditore. In un’atmosfera di grande serenità i tre candidati hanno risposto alle domande dei giornalisti: ha cominciato EDOARDO LUCCI dicendo che l’esperienza della coalizione dei partiti di centro sinistra, che è stata portata avanti a Castiglion Fiorentino, rappresenta un elemento di forte novità vista anche la grande apertura al civismo ed alla partecipazione popolare, il modello lista civica con supporto di un centro sinistra unito raffigura Castiglion Fiorentino come un avamposto per un modello proficuo e replicabile. Il programma politico deve aprirsi al mondo delle imprese, delle associazioni produttive per comprenderne i disagi ed i bisogni. Tante aziende hanno chiuso, pertanto occorre uno sforzo eccezionale per creare sviluppo in un paese che sta invecchiando e dove è necessario trattenere i giovani creando loro lavoro visto che sono le nostre forze migliori. Continua LUCA CASAGNI dicendo che viviamo in un contesto nazionale dove si assiste ad una campagna elettorale permanente che alimenta le paure della gente facendola concentrare totalmente sul tema della sicurezza e sul dire no a tutto quello che può creare sviluppo per cancellare più velocemente il passato. Queste due paure si superano con il coraggio. Ciò che abbiamo in mente di fare andrà contro corrente perché il nostro futuro noi non lo programmiamo giorno per giorno, ma da qui a venti anni. I nostri progetti prevedono tre caratteristiche fondamentali, quelle che chiamiamo le tre S:

–           Serenità, che ci aiuta a costruire i rapporti e a lavorare;

–           Sviluppo sostenibile tenendo conto dell’ambiente e della salute dei cittadini;

–           Solidarietà perché ogni cambiamento della società porta a nuove opportunità, ma non per tutti, per cui bisogna aiutare chi non ce la fa.

Grande importanza alla famiglia e alla scuola, per creare buoni cittadini occorrono ambienti sereni. La serenità dovrà diventare un atteggiamento collettivo. Infine interviene ALESSANDRO CASTELLANI dicendo che la sinistra deve ritrovare le sue radici che ha perso negli ultimi anni perché non è più in sintonia con il suo popolo per una serie di concomitanze dovute alla recessione ed a scelte politiche non giuste. Deve fare un inchino verso il proprio popolo e non il contrario, occorre risvegliare l’orgoglio di appartenenza. L’attuale amministrazione ha fatto alcune cose bene, altre un po’ meno e poteva fare molto di più. Ma noi non siamo qui per fare critiche, ma per avanzare proposte attraverso il nostro motto “ Da soli siamo niente, ma insieme siamo tutto”. Da ora in poi parte la campagna di ascolto e di proposte dei tre candidati alle primarie del centro sinistra.