Il vicesindaco Lucia Tanti: “raid negli uffici degli assistenti sociali, a loro la vicinanza di tutta la città”

0

“Il nostro è un settore sovraesposto: la città ‘resiste’ alla crisi grazie a loro e per questo abbiamo deciso nuove assunzioni”
“Rinnovo a nome dell’amministrazione comunale la vicinanza agli assistenti sociali del Comune per la violenta intrusione nei loro uffici. Un pensiero che ho espresso anche con una lettera al direttore del servizio sociale a cui ho garantito non solo massima celerità nel ripristino di ciò che è stato devastato ma anche un costante presidio dei sistemi di protezione degli spazi dove quotidianamente viene svolto un lavoro insostituibile.

Il fatto, condannabile senza se e senza ma, mi stimola inoltre una riflessione di carattere generale: non solo l’assessore e la giunta ma l’intera città si stringa attorno ai nostri professionisti che in questi ultimi due anni, più di altri, hanno rappresentato il front office maggiormente esposto al disagio esistente e a quello emerso a seguito della pandemia.

Gli assistenti sociali hanno ‘assorbito’ con grande dedizione istanze crescenti e momenti di forte criticità. Stare in prima linea, in nome di un irrinunciabile principio di coesione, espone anche a questioni di sicurezza, degli ambienti e delle persone, ma resto convinta che quanto il Covid ha inasprito trova e troverà risposta adeguata grazie a queste figure strategiche e a quanto insieme sapremo dare.

E quanto sia prezioso il loro ruolo per noi, lo dimostrano le assunzioni a cui abbiamo dato corso a febbraio del 2022 quando sono entrati in organico cinque nuovi assistenti sociali che hanno reso Arezzo un Comune ancor più virtuoso nei servizi di welfare, con un assistente ogni 5.200 abitanti per rendere la città più solidale e inclusiva. Senza di essi nessuna azione di sostegno sarebbe possibile”.