Eccidio della Fontaccia, “Rievocazione storica” vestiti da Waffen SS

0

Ceccarelli e De Robertis (Pd): “No ai rigurgiti nostalgici, il Comune e la Provincia revochino il patrocinio”. Al centro la rievocazione in programma a Castiglion Fibocchi il 9 e il 10 luglio, che vedrà anche la rappresentazione di soldati nazisti oltre che di quelli inglesi: «Un oltraggio che andrebbe risparmiato: la memoria degli eccidi nazifascisti, come quello della Fontaccia, è una cosa seria e non può essere oggetto di assurde rievocazioni “storiche” che in realtà appaiono un pretesto per rigurgiti nostalgici, come appare chiaramente dai nomi e dai simboli di chi le organizza».

«Al di là della stigmatizzazione dell’iniziativa in sé, per i simboli utilizzati e per le figure storiche che si vorrebbero rievocare – proseguono Ceccarelli e De Robertis – quello che appare anche più grave è quanto appare nel manifesto che annuncia l’evento, cioè il patrocinio del Comune di Castiglion Fibocchi e della Provincia di Arezzo.

Fare in modo che tale “rievocazione storica” non si tenga perché sono ben altri i modi per ricordare anche se dopo oppurtune dichiarazioni dei sindaci e della provincia: «Apprendiamo con piacere che né il Comune di Castiglion Fibocchi né la Provincia di Arezzo hanno concesso il patrocinio alla “rievocazione storica”

Ed in effetti questo tipo di parate in salsa neonazista si stavano diffondendo in molti comuni a trazione destra, fino al 2019, quando la Digos di Bologna, assieme ai colleghi delle Digos di Torino, Firenze, Verona, Lucca e Varese, hanno eseguito perquisizioni, su ordine della Procura di Bologna, nei confronti di coloro che davano vita alle macabre carnevalate, indagandoli per il reato di apologia di terrorismo o crimini contro l’umanità.

Inutile spacciare per rievocazioni storiche delle banali operazione di revisionismo e popaganda nazista. Non abbocca neppure la digos.
Per molto meno Putin ha scatenato una guerra e molti dalle nostre parti, gli danno pure ragione!