Prima Pagina | Comunicati stampa | Il Comitato Acqua Pubblica di Arezzo dà avvio alla campagna nazionale di “obbedienza civile”

Il Comitato Acqua Pubblica di Arezzo dà avvio alla campagna nazionale di “obbedienza civile”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il Comitato Acqua Pubblica di Arezzo dà avvio alla campagna nazionale di “obbedienza civile”

 

 

 

Da lunedì 12 dicembre partirà in tutto il territorio dell'ATO 4 la campagna di “obbedienza civile” per l'applicazione del referendum vinto nel giugno 2011 con il 95,8% e che ha abrogato il profitto sulle bollette dell'acqua.

Come è noto con la pubblicazione del decreto del Presidente della Repubblica n. 116 avvenuta in data 20 luglio 2011 è stata sancita ufficialmente la vittoria referendaria e la cancellazione della norma che consentiva ai gestori di caricare sulle bollette dell'acqua anche la componente della “remunerazione del capitale investito” (cioè il profitto per il gestore).

Da allora sono passati alcuni mesi, ma le tariffe non sono diminuite, poiché i gestori – nonostante le ripetute diffide inviate - hanno ignorato con pretestuose argomentazioni l'esito referendario.

Per questo il Forum per l'acqua pubblica, promotore dei referendum, lancia in tutta Italia la campagna di “obbedienza civile”, invitando i cittadini ad eliminare il profitto dalle bollette e quindi a pagare le bollette solo dopo la decurtazione di questa componente. E' stata chiamata “obbedienza civile” perché non si tratta di “disubbidire” ad una legge ingiusta, ma solo di “obbedire” alle leggi in vigore, così come modificate dagli esiti referendari.

Nell'ambito di competenza di Nuove Acque la riduzione da applicare al totale della bolletta, così come rilevata dal vigente Piano di Ambito dell'ATO 4, è pari al 13,56% dal 21 luglio 2011 al 31 dicembre 2011 e al 13,82% per l'anno 2012.

La campagna di “obbedienza civile” si realizza:

  1. attraverso l'invio a Nuove Acque spa e all’ATO 4 di una “dichiarazione” con la quale viene comunicato il motivo della decurtazione delle bollette.

  2. con la compilazione del bollettino di conto corrente postale applicando la decurtazione della remunerazione del capitale investito; tutte le tipologie di utenze sono interessate.

  1. attraverso la segnalazione dell'adesione alla campagna di “obbedienza civile” di ogni singolo utente al Comitato Acqua Pubblica; infatti la possibilità di vittoria è direttamente proporzionale alla diffusione dell'iniziativa e all'unione dei cittadini.

Numerose associazioni di concerto con il Comitato Acqua Pubblica di Arezzo forniranno gratuitamente a tutti i cittadini adeguata informazione e ausilio in tutte le fasi della campagna di “obbedienza civile”. Nel retro di questo foglio vi è l'elenco degli sportelli attivi nella fase iniziale, con gli orari di ricevimento. Inoltre il Comitato Acqua Pubblica di Arezzo e il Forum nazionale per l'Acqua Pubblica garantiranno - se necessaria - anche assistenza legale ai singoli cittadini aderenti alla campagna di obbedienza civile.

E' tuttavia evidente che ogni utente del servizio idrico che aderisce decide autonomamente di smettere i panni di suddito e tornare ad essere cittadino, consapevole dei propri doveri ma anche dei propri diritti, che nel caso specifico riguardano aspetti fondamentali di convivenza democratica: ottenere che gli effetti di un referendum vinto con il 95,8% dei consensi vengano effettivamente applicati. 

SPORTELLI DOVE SI POSSONO AVERE INFORMAZIONI:

Sportello

Luogo

Giorni

orario

ACLI

Via Pizzuto, 34 - Arezzo

Martedì e Giovedì

Dalle 9,00 alle 12,00

ACLI

Via Guido Monaco, 48 – Arezzo

Martedì

Dalle 15,00 alle 17,00

ARCI

Corso Italia, 205 – Arezzo

Mercoledì

Dalle 15,30 alle 18,30

Magazzini Popolari

Via Libia, 10 – Arezzo

Mercoledì, Giovedì e Venerdì

Dalle 18,00 alle 20,00

Circolo Berlinguer

Largo I° Maggio, 80 – Arezzo

Lunedì e Martedì

Dalle 15,00 alle 18,30

Circolo Berlinguer

Largo I° Maggio, 80 – Arezzo

Mercoledì

Dalle 9,30 alle 12,30

 

 

 

 

 BOZZA DI LETTERA

R.R.R.                                                                            Spett.le

                                                                                       NUOVE ACQUE S.P.A.

                                                                                       Loc. Cuculo-Frazione Patrignone

                                                                                       52100 AREZZO

R.R.R.       

                                                                p.c.                Spett.le Autorità di Ambito Territoriale n.4

                                                                                      Alto Valdarno

                                                                                      Via Piero Gobetti, n.53

                                                                                      52100 AREZZO

 

OGGETTO: RECLAMO/ISTANZA DI RIMBORSO

Decurtazione dell'importo corrispondente alla remunerazione del capitale investito - Adesione alla campagna di “obbedienza civile”  per l'attuazione del referendum .

 

Il/la sottoscritto/a____________________________ nato/a il ________ a__________________________

residente in __________________________________________________________________________

Utente del Servizio Idrico integrato (Nome Aato) _______________________________________________,

Codice Cliente n. __________C.F._________________________________________________________, 

PREMESSO

-che con D.P.R. del 23.03.2011 (in G.U. n.77, del 04.04.2011), è stato indetto referendum popolare avente ad oggetto l’abrogazione parziale dell’art. 154, del D.L.vo 3 aprile 2006, n.152, in materia di determinazione della tariffa del servizio idrico integrato; 

-che in esito al detto referendum il comma 1 dell’art. 154, del D.L.vo 3 aprile 2006, n.152, è abrogato limitatamente alle seguente parte:  “ dell’adeguatezza della remunerazione del capitale investito ”;

-che con D.P.R. n.116, del 18.07.2011, pubblicato in G. U n.167, del 20.07.2011, si è stabilito che l’abrogazione suddetta ha effetto a decorrere dal giorno successivo a quello della pubblicazione del Decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana;

-che pertanto a far data dal 21 luglio 2011 la suddetta norma é a tutti gli effetti abrogata;

-che la Corte Costituzionale, con la sentenza n. 26/2011, nel dichiarare l’ammissibilità del referendum, ha precisato che “la normativa residua è immediatamente applicabile” e  “non presenta elementi di contraddittorietà”;

-che pertanto, dal 21 luglio 2011, codesta società non ha più titolo per esigere l'importo della tariffa corrispondente alla remunerazione del capitale investito (pari al 7%);

-che ciò malgrado, nelle fatture pervenute allo scrivente successivamente a tale data non risulta essere stato dedotto l’importo corrispondente alla remunerazione del capitale investito; 

-che lo scrivente, in obbedienza al dato normativo, intende dare esecuzione all’esito referendario;

P.Q.M.

-  Avanza formale reclamo avverso le fatture che contengono e conterranno le quote relative alla remunerazione del capitale;

- chiede che venga eliminata dalle prossime fatture emesse dalla vostra società la quota di remunerazione del capitale investito,  pari al 13,56% (anno 2011) e al 13,82% (anno 2012) del corrispettivo dovuto per i servizi di acquedotto, fognatura e depurazione.

- contestualmente chiede che codesta società provveda a rimborsare al medesimo, entro trenta  giorni dalla presente, quanto già da questi indebitamente corrisposto a titolo di remunerazione del capitale investito, con riguardo al periodo successivo al 20.07.2011

- se la vostra società non dovesse dare seguito alle suddette richieste comunica, a tutti gli effetti di legge, che a decorrere dalla prossima fattura, provvederà a detrarre, da quanto richiesto in bolletta, l’importo corrispondente alla remunerazione del capitale investito;

-Con riserva, in difetto, di agire senza ulteriore preavviso nelle competenti sedi giudiziarie.

- In caso di domiciliazione bancaria della bolletta del servizio idrico, ne chiede la revoca.

Distinti saluti.

Luogo e data __________________                  Firma __________________________________

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0