Prima Pagina | Economia e lavoro | Come evitare l’aumento dei costi in bolletta dovuti al superamento della potenza elettrica contrattualizzata

Come evitare l’aumento dei costi in bolletta dovuti al superamento della potenza elettrica contrattualizzata

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Come evitare l’aumento dei costi in bolletta dovuti al superamento della potenza elettrica contrattualizzata

Estra e Sinapsi prime in Italia a dare il via alla sperimentazione dei nuovi contatori intelligenti 2.0 Open Meter di e-distribuzione, attraverso l’utilizzo di dispositivi all’avanguardia per controllare in tempo reale i propri consumi elettrici.

 

Avviso acustico di superamento della potenza disponibile, conoscenza dei propri consumi in tempo reale, futuro accesso a nuovi servizi energetici in ottica smart home e bollette sempre più a misura di cliente. Sono solo alcune delle potenzialità offerte dai contatori 2.0 di ultima generazione (Open Meter) che e-distribuzione sta installando in tutta Italia. I nuovi contatori sono in grado di comunicare informazioni ad appositi dispositivi attualmente in fase di test: questo l’oggetto del Monitoraggio chain 2 richiesto dall’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) per la sperimentazione promossa da e-distribuzione. Ad instaurare per primo la corretta comunicazione con i contatori intelligenti è stato un dispositivo prodotto da Sinapsi e installato presso un cliente di Estra Elettricità Spa, la controllata del gruppo Estra.

L’avviso acustico di superamento della potenza contrattuale, già attivo sui dispositivi installati, incentiva il consumatore a una maggiore attenzione e contribuisce a evitare il ripetersi di questi episodi che, per norma, comportano un adeguamento automatico di potenza e quindi maggiori costi in bolletta.

Si tratta di dispositivi collegati in wi-fi da inserire semplicemente in una presa di corrente, che ricevono dai contatori una serie di informazioni sull’energia consumata. In futuro i dispositivi daranno accesso ad ulteriori informazioni e applicazioni, ad esempio tramite app su cellulare, e permetteranno di usufruire di ulteriori servizi, come una fatturazione su più fasce rispetto a quelle previste ad oggi.

Il monitoraggio, avviato in tutta Italia, si concluderà il 30 aprile 2018. 

“Siamo un’azienda da sempre dinamica e attenta alle novità nel nostro settore – dichiara Francesco Macrì presidente di Estra – e lo stretto legame con i territori che ci contraddistingue come utility è un ulteriore stimolo a impegnarci quotidianamente su temi come la ricerca e innovazione soprattutto quando si parla di ambiente ed efficienza energetica in particolare. Questa sperimentazione, infatti, ha il merito di contribuire a diffondere comportamenti virtuosi tra i consumatori”.

“L’installazione del nuovo smart meter 2.0 per la prima volta nella storia della distribuzione elettrica, fornisce all’utente finale la possibilità di avere conoscenza e consapevolezza dei propri consumi elettrici in tempo reale. Questo è possibile grazie all’utilizzo integrato e congiunto del nuovo contatore elettrico 2G e del Dispositivo Utente fornito da aziende come Sinapsi. La disponibilità del dato di consumo e di superamento delle soglie in tempo reale aprirà la strada a nuove soluzioni applicative nell’ambito dell’efficienza energetica e ad una integrazione vera tra sistemi domotici e contatore elettrico della società di distribuzione” commenta l’ing. Massimo Valerii, CEO di Sinapsi srl.

“Stare al passo con i tempi è fondamentale per le imprese del mercato elettrico – sottolinea Antonino Azzarello direttore di Estra Elettricità – ed essere i primi in una iniziativa che va tutta a vantaggio degli utenti finali rappresenta un valore aggiunto. Il fatto di poter conoscere le proprie abitudini, offre ai clienti uno strumento di risparmio concreto e a noi l’opportunità di diversificare servizi e offerte in base alle singole esigenze”.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0