Prima Pagina | Comunicati stampa | La riunione degli eccessi

La riunione degli eccessi

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La riunione degli eccessi

 

L’assemblea dell’Ait con la quale è stato sancito un primo nulla osta alla richiesta di proroga proposta da Nuove Acque può ben definirsi “la riunione degli eccessi”.

Eccesso di sudditanza, da parte di quei sindaci che hanno obbedito supinamente agli ordini di partito (democratico) che evidentemente non risponde alla segreteria provinciale.

Eccesso di supponenza, sempre da parte degli stessi sindaci, che se ne sono beatamente infischiati dei loro consigli comunali ritenendo superfluo interessarli della questione che così banale non era.

Eccesso di democrazia perché, ci sia consentito, non pare ammissibile che il voto di Civitella della Chiana o quello di Talla (con tutto il rispetto) possano avere la stessa valenza di quello di Arezzo che rappresenta un numero di abitanti 10/15 volte superiore.

Quindi, piccoli comuni (tutti amministrati da sindaci di centro sinistra) hanno dettato legge dapprima negando la saggia richiesta del comune di  Arezzo di un rinvio del voto (che fretta c’era?) per poi dare il via libera alla proposta di proroga come se non ci fosse un domani.

Con buona pace della ripubblicizzazione del servizio idrico, argomento del quale in troppi si riempiono la bocca.

I cittadini ringrazino quindi quei sindaci che si sono espressi a favore ed anche quelli che si sono astenuti o nemmeno presentati (non avevano un’opinione?).

E nel frattempo sperino che il gestore sia in grado di fare almeno una parte di ciò che ha promesso in cambio dell’extra-time ed in attesa che da Firenze parta un’altra idea geniale che crei l’ennesima area vasta.

Chi vivrà vedrà (e intanto paghi l’acqua).

Grazie PD.

 

Arezzo, 12 gennaio 2018

Il Gruppo Consiliare OraGhinelli                                

Il Coordinamento di ORA                                       

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0