Prima Pagina | Arte: da vedere | Arezzo Città del Natale ospita il primo festival dei Madonnari, all’insegna della solidarietà

Arezzo Città del Natale ospita il primo festival dei Madonnari, all’insegna della solidarietà

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Arezzo Città del Natale ospita il primo festival dei Madonnari, all’insegna della solidarietà

Prosegue il ricco calendario di appuntamenti con il quale, fino al 7 gennaio, il capoluogo toscano celebra la festa della tradizione e rivela il suo volto più spettacolare Durante il ponte dell’Immacolata l’intera città si mobilita per una raccolta fondi destinata alla Fondazione Thevenin

 

 

Arezzo Città del Natale ospita il primo Festival dei Madonnari: dal 8 al 10 dicembre dalle ore 10 alle 19, sette artisti della scuola napoletana saranno protagonisti di una colorata e pacifica invasione delle piazze e delle vie della città toscana, dove realizzeranno le loro celeberrime opere dipinte.

Un emozionante evento di arte strada che coniuga tradizione e contemporaneità: i madonnari infatti dipingeranno opere classiche ma anche opere anamorfiche 3D con le quali creeranno voragini, oggetti sospesi, paesaggi volutamente distorti cosicché il pubblico possa usufruire dell’immagine corretta attraverso una lente, uno smartphone o una fotocamera. Sabato e domenica inoltre presso la Fortezza Medicea si svolgeranno workshop per bambini e ragazzi sull’arte del gessetto, tenuti dalla maestra madonnara Rossella Cerreto.

Un appuntamento che avrà due protagonisti assoluti: l’arte e la solidarietà.

Le immagini create dei madonnari (che ad Arezzo lavoreranno su pannelli multistrato), saranno destinate ad un vendita benefica il cui ricavato si andrà a sommare alle offerte raccolte “a cestino” durante il loro lavoro in strada. L’Amministrazione Comunale devolverà la somma ricavata alla Fondazione Casa Thevenin, che offre accoglienza a mamme sole con bambini, a ragazzi in difficoltà scolastica o familiare e ospita donne in situazioni di disagio.

E venerdì 8 dicembre torna “Musica, Bandiere e Voci in Pieve” un originale concerto che unisce discipline diverse. Alle ore 21 da Piazza del Praticino, gli Sbandieratori si muoveranno in corteo colorando le strade del centro storico fino al loro ingresso in Pieve. Lì ad attenderli ci sarà il Coro Voceincanto diretto dal Maestro Gianna Ghiori e accompagnato dal Maestro Marco Rossi all’organo. I giovani musicisti del Voceincanto sapranno stupire grandi e piccini, in un alternarsi coreografico di coralità e bandiere con cui animeranno ogni angolo della Pieve.  L’evento, ad ingresso gratuito, proporrà tutti i canti della tradizione natalizia uniti a composizioni di Mozart, Dvorak, Carl Orff e Vangelis.

Prosegue così Arezzo Città del Natale il calendario di appuntamenti con l’arte, la tradizione, il gusto e lo spettacolo che fino al 7 gennaio offre emozioni a non finire.

Si ispira alla luce l’edizione 2017, grazie ad un originale percorso di installazioni che mette in evidenza in modo inedito, monumenti e architetture.

Il centralissimo Corso Italia propone particolari proiezioni luminose realizzate dalla fantasia di 10 giovani aretini, studenti del corso di grafica presso il liceo artistico cittadino “Piero della Francesca” che in collaborazione con Officine della Cultura, hanno costruito una sorprendente galleria d'arte a cielo aperto.

Luce protagonista anche con Christmas Lights: fino al 7 gennaio verranno proiettate luci natalizie sulle mura della città e mentre in alcuni scorci cittadini troveranno sede installazioni artistiche a led.

Tanto divertimento alla Fortezza dei Bambini, che torna ad essere una vera e propria “casa dei più piccoli”. Qui oltre ai laboratori didattici che spaziano dagli antichi mestieri artigiani, alla costruzione di giocattoli di legno, dai laboratori teatrali fino alla costruzioni di oggetti astronomici è stato allestito un Planetario astronomico. Aperta con orario 14-18 ogni fine settimana fino al 7 gennaio, la Fortezza è ad ingresso gratuito.

Grande successo per il Villaggio Tirolese realizzato da Ascom Confcommercio in collaborazione con il Comune di Arezzo che fino al prossimo 1 gennaio trasforma la meravigliosa Piazza Grande con baite e casette. E qui, nel Palazzo della Fraternita dei Laici i più piccoli troveranno la casa di Babbo Natale.

Ma l’intero periodo delle festività sarà reso indimenticabile da tantissimi spettacoli itineranti, messi in scena dalle associazioni culturali aretine. Musica, teatro, mimo, danza: da Piazza della Badia a Pizza Sant’Agostino ogni angolo della città sarà animato da performance che avranno come tema il Natale.

Si ispira al Natale nella storia e nell’arte anche il calendario delle visite che il Centro Guide di Arezzo offre gratuitamente per tutto il periodo delle festività.

Dalle immagini Mariane devozionali in terra d'Arezzo, alla vera storia di Babbo Natale ciascuno potrà scegliere l’itinerario che più preferisce.

Nato due anni fa il cartellone Arezzo Città del Natale ha richiamato più di un milione di visitatori nel corso delle precedenti edizioni. Il progetto voluto e ideato dal Comune di Arezzo è realizzato con la collaborazione di molte associazioni culturali e di categoria, aziende locali e artisti.

Tutte le informazioni sulle attività e gli orari del calendario Arezzo Città del Natale saranno presto disponibili su www.arezzocittadelnatale.it

Facebook: Arezzo città del Natale

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0