Prima Pagina | Viabilità  e meteo | Parcheggio Eden: accesso con il Telepass

Parcheggio Eden: accesso con il Telepass

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Parcheggio Eden: accesso con il Telepass

 

Parte il servizio Telepass per l’accesso e il pagamento automatizzato al parcheggio Eden. Gli utenti dell’area di sosta ne potranno fruire pagando con il Telepass, in via posticipata sul proprio conto, senza utilizzare le casse automatiche e costi aggiuntivi. L’innovazione si affianca alla recente introduzione del pagamento della sosta stradale attraverso l’utilizzo di app per smartphone, Pyng+, Mycicero, Easypark, Hello. L’applicazione Pyng+ è riservata ai clienti che sottoscrivono un contratto Telepass Pay.

“E' un sistema comodissimo e fa parte di un percorso, portato avanti dall'amministrazione comunale e da Atam, indirizzato verso un processo di automazione dei nostri parcheggi, che facilita gli accessi alle aree di sosta. Questa innovazione comporta anche un vantaggio per Telepass dato che molti cittadini cominceranno a dotarsi dell'apparecchio” ha detto il sindaco Alessandro Ghinelli.

“Innovazione, facilità e comodità, sono questi i termini attorno ai quali si impernia l’intera strategia di Atam e dell’amministrazione comunale per permettere ai cittadini di fruire dei servizi di mobilità in maniera agevole mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici - commenta l’amministratore unico Bernardo Mennini. Non sarà necessario alcun ulteriore dispositivo per accedere al parcheggio Eden, l’utente deve essere dotato esclusivamente della tradizionale ‘scatoletta’ attaccata al parabrezza anteriore che emette un bip al casello dell’autostrada. Così, l’autoveicolo che arriverà in prossimità della sbarra d’ingresso verrà riconosciuto da un’apposita antenna che verificherà la validità dell’abbonamento e permetterà l’accesso. Stessa cosa avverrà all’uscita. Cercheremo di ampliare questo sistema anche alle altre aree di sosta chiuse prima possibile”.

Il responsabile merchant acquisition di Telepass Pay Antonio Esposito: “ad Arezzo, dove sono attivi 40mila Telepass, abbiamo già attivato due servizi in contemporanea. La strategia di Telepass volta a soddisfare esigenze di mobilità anche fuori dall’autostrada è partita nel 2011 e a oggi abbiamo cento parcheggi in struttura attivi e circa cinquanta città in tutta Italia dove è possibile pagare la sosta su strada. Da qualche mese è operativa la nuova società Telepass Pay che a breve permetterà di pagare oltre alla sosta su strada e al carburante, anche altri servizi in ambito urbano quali ad esempio il taxi o il car sharing presso le città convenzionate”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0