Prima Pagina | Cronaca | Infortunatosi è stato portato a braccia fino ai mezzi di soccorso

Infortunatosi è stato portato a braccia fino ai mezzi di soccorso

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Infortunatosi è stato portato a braccia fino ai mezzi di soccorso

Il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano è stato allertato ieri pomeriggio, 1 dicembre 2017, intorno alle 16.30 per uno sci-alpinista infortunato in località Piancancelli nella zona del Monte Falco, la cui cima è divisa tra le province di Arezzo, Firenze e Forlì-Cesena.


Il giovane, N.R di ventotto anni, stava facendo sci-alpinismo nel complesso del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.
Lo sciatore, insieme ad un amico, ha percorso in giornata il tratto che va dalla Fonte del Borbotto al Monte Falterona e poi al Monte Falco.

A metà pomeriggio i due stavano scendendo sul sentiero 8 del CAI (a 1500m s.l.m) quando, a causa di un problema ad uno sci, il giovane è caduto procurandosi un forte trauma ad un arto inferiore.

Sul luogo sono intervenute due squadre a terra una del SAER (Soccorso Alpino Emilia Romagna) che si trovava già in zona e una del SAST da Arezzo.

Una volta raggiunto il giovane è stato stabilizzato e riscaldato tramite coperta termica e in seguito è stato caricato sul toboga e portato a piedi verso la strada percorribile.

Nell’ultimo tratto di strada fino alla località Fangacci, grazie alla collaborazione con il gestore dell’impianto sciistico del Monte Falco che ha messo a disposizione il mezzo, l’infortunato è stato portato via con il gatto delle nevi.

È stato infine preso in carico da un’ambulanza del 118 salita da Stia, per l’ospedalizzazione.

L’intervento si è concluso alle 19.00 circa.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0