Prima Pagina | Salute e sanità | Donne e diabete, una giornata di informazione. Una donazione importante dalla Tribù dei Nasi Rossi

Donne e diabete, una giornata di informazione. Una donazione importante dalla Tribù dei Nasi Rossi

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Donne e diabete, una giornata di informazione. Una donazione importante dalla Tribù dei Nasi Rossi

Convegno al San Donato martedì prossimo. Sabato, invece, misurazione della glicemia con l’associazione diabetici

 

AREZZO - Martedì 14 novembre ricorre la giornata mondiale contro il diabete. Ad Arezzo è in programma un convegno dal titolo “Donna & Diabete”. Si terrà all’auditorium Pieraccini a partire dalle 9 con interventi mirati su menopausa, diabete mellito, l’importanza dell’attività fisica, dell’alimentazione e degli stili di vita. Saranno anche presentati dei progetti, tra cui l’addestramento dei cani per diabetici e le nuove associazioni dei pazienti. L’associazione diabetici, inoltre, sarà disponibile, sabato 18 novembre dalle 15 alle 19 all’Ipercoop Setteponti per la misurazione della glicemia e il calcolo del rischio di diabete mellito.

L’edizione 2017 della Giornata è dedicata, in particolare, alla prevenzione di questa patologia nelle donne, per fare sensibilizzazione sull'importanza di un accesso equo per tutte coloro che soffrono di diabete o sono a rischio di svilupparlo; sull’importanza dei farmaci e delle tecnologie essenziali per la gestione del diabete, nonché sull’importanza dell’informazione, necessaria per ottenere risultati ottimali nel trattamento del diabete e rafforzare la capacità di prevenirlo.

“Una donna su dieci è infatti diabetica” – spiega Lucia Ricci direttore Diabetologia Arezzo - I momenti cruciali nella vita ormonale delle donne, il sovrappeso e l'obesità, la scarsa attività fisica, l'assunzione di farmaci, la predisposizione genetica contribuiscono all'aumento del diabete nel genere femminile. Uno stile di vita sano e  l'attenzione alla qualità e cottura del cibo servono per prevenire il diabete di tutta la famiglia, ecco perché è importante il ruolo della donna”.

Nello stesso giorno, sono previsti anche eventi collaterali: saranno illuminati di azzurro i monumenti dei comuni di Arezzo, Monte San Savino, Castiglion Fiorentino, Subbiano, Poppi ed Anghiari. Infatti l'azzurro è il colore del cerchio che simboleggia la Giornata in tutto il mondo e questo testimonia la volontà di aderire alla campagna di prevenzione di questa malattia, caratterizzata da complicanze acute e croniche (ipoglicemia, complicanze agli occhi, ai reni, al cuore, alla circolazione, ai piedi, alla circolazione cerebrale, con esiti molto invalidanti ed anche potenzialmente mortali).

La giornata mondiale del diabete è stata  istituita dall'International Diabetes Federation e dall’Oms nel 1991. Nel nostro Pese viene organizzata dal 2002, grazie alle Società scientifiche e con il supporto delle Aziende sanitarie, di medici e infermieri, diabetologi, dietisti, associazioni di pazienti, volontariato. La campagna, denominata “Sfidiamo il Diabete”, ha la finalità di  sensibilizzare i cittadini e informarli correttamente su questa patologia che, in Italia, interessa poco meno del 7% della popolazione tra casi diagnosticati (3 milioni di persone, pari 4.9%) e non ancora diagnosticati (1 milione di persone, pari all’1.6%). 

Stop ai prelievi di sangue trimestrali per i bambini diabetici

I controlli glicemici sono effettuati con strisce reattive donate dalla Tribù dei nasi rossi

AREZZO –  La “Tribù dei Nasi Rossi” in aiuto dei bambini diabetici, che ogni tre mesi devono controllare l’emoglobina glicata. Sono state infatti donate 5 scatole di strisce reattive, per un valore di 366 euro, per la rilevazione dell’emoglobina glicata tramite il pungidito che sono abituati ad utilizzare giornalmente.

I piccoli pazienti, grazie alla donazione dell’associazione “Tribù dei nasi rossi”, non devono più fare il prelievo di sangue endovenoso per il controllo trimestrale.

Sono circa 50 i bambini seguiti dall’ambulatorio di diabetologia pediatrica  del San Donato di Arezzo. “Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da iperglicemia, causata da una carenza di insulina nell'organismo umano - ha spiegato Marco Martini, direttore dell’UOC Pediatria del San Donato - Sono tanti i bambini che ne soffrono, anche piccolissimi. Evitargli un prelievo è un bel regalo. Per questo ringraziamo la “Tribù dei Nasi Rossi, sempre attenta ai bisogni del nostro reparto”.

Infine, per abbellire e rendere il reparto sempre più a misura di bambino, l’associazione ha regalato delle vetrofanie rappresentanti personaggi dei cartoni animati.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0