Prima Pagina | Cronaca | Consorzi di Bonifica verso il commissariamento?

Consorzi di Bonifica verso il commissariamento?

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Consorzi di Bonifica verso il commissariamento?

La Regione Toscana invierà una ‘diffida’ a tre consorzi di bonifica, per avere chiarimenti circa l’attuazione degli interventi di manutenzione inseriti nel Piano dell’Attività 2017. E’ quanto annunciato oggi dal presidente della Regione Enrico Rossi insieme all’assessore all’ambiente Federica Fratoni, in occasione della riunione della Giunta.

Di fatto, con la richiesta ufficiale di chiarimenti avanzata dalla Regione a tre consorzi di bonifica: Consorzio 4 Basso Valdarno, al Consorzio 2 Alto Valdarno e al Consorzio 1 Toscana Nord, si è già all'inizio del procedimento di commissariamento. 

Con l’approvazione dell’atto, la giunta toscana domanda ai tre Consorzi di presentare controdeduzioni in merito a ritardi ritenuti non motivati, nell’attuazione degli interventi di manutenzione inseriti nel Piano dell’Attività 2017.

Per il Consorzio 4 Basso Valdarno, le questioni su cui sarà necessario il chiarimento sono due, vale a dire che dovranno essere presentate delucidazioni sul piano di organizzazione del personale interno, strumento con il quale si stabiliscono assunzioni, ruoli e competenze per la funzionalità del Consorzio stesso, ma anche sul compenso del direttore. Questione, quest’ultima già presa in considerazione dalla Regione, che tuttavia si era vista opporre, alle sue richieste di chiarimento, il silenzio.

Il tempo entro cui i  Consorzi dovranno rispondere sono 30 giorni. Se le risposte non saranno ritenute in grado di sciogliere i nodi proposti, con un’altra delibera, la Regione scioglierà le assemblee consortili commissariando gli enti.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0