Prima Pagina | Arte: da vedere | “INTORNO A LEONARDO”

“INTORNO A LEONARDO”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“INTORNO A LEONARDO”

Fino al 15 settembre ai Musei Reali di Torino il grande disegno del ‘500; esposto il celebre Autoritratto di Leonardo da Vinci insieme ad una collezione di capolavori nella mostra

 

E’ ancora possibile, fino al 15 settembre, visitare una straordinaria esposizione di disegni, parte della collezione acquisita dal Re di Sardegna Carlo Alberto ed ora custoditi dentro i Musei Reali di Torino,, tra i quali spicca un autentico ed unico capolavoro, vale a dire il celeberrimo Autoritratto di Leonardo uno dei tesori più prestigiosi e più conosciuti in tutto il mondo. (fig 1)

Leonardo si descrive in modo assolutamente ‘realistico’ se si può dire: la barba e i capelli bianchi e molto lunghi, il viso solcato da rughe profonde, lo sguardo severo e penetrante; elementi fisiognomici -raffigurati in modo magistrale con la tecnica del disegno a sanguigna-  che ne identificano perfettamente la personalità, ne esplicitano le caratteristiche di uomo di studi, scienziato, artista, inventore, come in effetti è conosciuto e studiato in tutto il mondo.

Ma insieme a questo eccezionale documento la visita alla mostra va raccomandata anche per gli altri quaranta e più disegni italiani del ‘400 e del ‘500, di altrettanti artisti di straordinaria notorietà ed importanza: Raffaello (fig 2), Parmigianino, Michelangelo (fig 3), cui si uniscono Perin del Vaga, Franciabigio, Francesco Di Giorgio Martini e numerosi altri che ne fanno uno degli eventi di maggior richiamo e valore scientifico tra quelle dedicate agli antichi Maestri negli ultimi anni.

Il filo conduttore della eccezionale esposizione sono Le vite de’ più eccellenti pittori, scultori, e architettori che lo storico ed a sua volta artista ed architetto aretino Giorgio Vasari, pubblicò in una prima edizione nel 1550 e poi in forma definitiva nel 1568. In queste pubblicazioni, da molti ritenute i primi veri elementi che contribuirono alla nascita della Storia dell’Arte è possibile ritrovare la codificazione di molti concetti affermatisi poi come costitutivi degli studi storico artistici, individuati nella classificazione delle tre arti ‘maggiori’ (architettura, scultura e pittura), nella periodizzazione cronologica e per scuole delle vicende storico artistiche, nella visione dell’arte come evoluzione, culminata nel Rinascimento italiano che raggiunge il vertice con Michelangelo Buonarroti, autentica sintesi della perfezione. Ed infatti nella mostra, i disegni sono disposti in modo da illustrare l’evoluzione dell’arte italiana secondo il racconto vasariano: dal Rinascimento toscano e veneto a Leonardo; maestri e allievi di Raffaello; Michelangelo e la prima Maniera a Firenze; il ‘500 tra classicismo e manierismo; Vasari e le sue omissioni.

Nella sua Introduzione alle Vite, Vasari definisce il disegno “padre delle tre arti nostre, architettura, scultura e pittura”, che “procedendo dall’intelletto, cava di molte cose un giudizio universale, simile a una forma o vero idea di tutte le cose della natura”. I disegni esposti in mostra illustrano questa fondamentale unità dell’espressione artistica, al di là delle epoche e delle scuole regionali.

 

Orari della mostra

-dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18,30 (ultimo ingresso 17,30) -sabato dalle 9 alle 14 (ultimo ingresso 12,30) -domenica chiuso

Biglietto della mostra

Costo del biglietto è di 5 Euro; il biglietto è acquistabile dal martedì al sabato presso la biglietteria dei Musei Reali e lunedì direttamente presso la Biblioteca.
Ingresso libero per i possessori di Abbonamento Musei, della Torino+Piemonte Card e della Royal Card.

Visite guidate

Ogni mercoledì alle 17 sono previste delle visite guidate di approfondimento alla mostra al costo di 5 Euro (max 25 persone, solo su prenotazione al tel: 011 543 855 o mail : [email protected]

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0