Prima Pagina | Economia e lavoro | BancaEtruria/UBI - Per la migliore integrazione di BancaEtruria, gli strumenti ci sono

BancaEtruria/UBI - Per la migliore integrazione di BancaEtruria, gli strumenti ci sono

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
BancaEtruria/UBI - Per la migliore integrazione di BancaEtruria, gli strumenti ci sono

Tutti i lavoratori dipendenti ambirebbero a lavorare in aziende sane e floride, quindi fa piacere leggere i commenti dell'a.d. del Gruppo UBI ai dati semestrali appena pubblicati, soprattutto laddove si fa esplicito riferimento al "nuovo" Gruppo UBI, che include anche BancaEtruria, Banca Marche e CariChieti.

Parla infatti Victor Massiah di risultati incoraggianti e migliori delle aspettative, di un eccellente inizio. Nella nota ufficiale, si legge di come la solidità del Gruppo - allargata alle tre banche - sia confermata dai buoni livelli degli indici patrimoniali, e dei risultati economici che seguono un andamento positivo rispetto a quanto previsto dal Piano industriale; l'apporto delle tre banche acquisite - si legge - è migliore delle attese, nonostante non beneficino ancora delle sinergie derivanti dall'integrazione.

Nello stesso documento ufficiale si fa ovviamente riferimento anche alla trattativa in corso per la revisione del Piano Industriale, che riprenderà a Bergamo a settembre.

Insomma, anche dalle parole di Victor Massiah, sembra che ci siano tutti gli strumenti - a partire dalle risorse economiche - per gestire al meglio l'entrata di BancaEtruria in UBI Banca, a fine novembre, per gli eventuali prepensionamenti volontari, per il ricambio generazionale, per il nuovo modello delle filiali, per la mobilità dei lavoratori e per la formazione.

Nel perimetro BancaEtruria, i nuovi proprietari hanno trovato un personale eccellente, preparato e forte, che ha resistito stoicamente ad una tempesta forse senza pari; la rinascita parte dai lavoratori, che si meritano di sentire tutta l'attenzione da parte di UBI, a partire da coloro che da settembre si troveranno ad affrontare i processi per la nota e triste vicenda delle obbligazioni subordinate.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0