Prima Pagina | Comunicati stampa | JACOPO APA (FI): SAIONE, APPOGGIAMO LA PROPOSTA DEL SINDACO GHINELLI

JACOPO APA (FI): SAIONE, APPOGGIAMO LA PROPOSTA DEL SINDACO GHINELLI

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
JACOPO APA (FI): SAIONE, APPOGGIAMO LA PROPOSTA DEL SINDACO GHINELLI

“AVEVAMO RICHIESTO, A SUO TEMPO AL SINDACO, UN INTERVENTO CHE SI FONDASSE SU UNA PROPOSTA FORTE PER LA CITTA’ SULLA SICUREZZA, NEL SENSO CHE ORA HA TRACCIATO LO STESSO SINDACO ALESSANDRO GHINELLI”

 

 

Appoggiamo quindi la sua proposta riguardo alle azioni prese e da intraprendere nella zona di Saione e non solo. Avevamo chiesto un intervento di questo tipo e, perché no, di aderire al progetto "Strade Sicure". L'intenzione di proporre al Prefetto maggiori presenze di uomini coadiuvati dalla PM è apprezzabile e necessario. Se poi non fosse possibile, appare giusto richiedere anche l'ausilio di apposite Unità dell'Esercito inserite nel contesto di misure - già adottate da molti capoluoghi italiani per il progetto "Strade Sicure" - volte ad aumentare oltre al presidio capillare e rigoroso dei luoghi anche la percezione della legittima e dovuta "Sicurezza". 

Forza Italia ad Arezzo aveva sul punto promosso, per stimolare ulteriori interventi, anche il "Security days", che si basava su una serie di misure da intraprendere e dettare, alcune in sede legislativa, che vanno da più poteri di intervento ai Sindaci ed alla Polizia Municipale, all'aumento del personale per la pubblica sicurezza. Deve essere chiaro che la gestione del fenomeno migratorio ed i risultati negativi, che subiamo giornalmente, sono frutto di scelte politiche sbagliate e confuse degli ultimi Governi del PD nei quali la sinistra l'ha fatta da padrona con proposte che hanno anche smantellato alcuni precedenti presidi di sicurezza. Anche il cd. “Modello Toscana” è un coperchio che sta per saltare, non più tardi di ieri il Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sui migranti, ha incontrato a Firenze tutti i Prefetti toscani denotando che già nel 2018 la situazione potrebbe straripare per i troppi arrivi, quindi è estremamente necessario porre rimedi immediati. Inoltre, riteniamo che occorra un controllo specifico anche sugli immobili privati che accolgono i migranti: deve essere verificato, in particolare, che non vi siano di fatto cambi di destinazione d’uso e che i locali siano adeguati ed agibili in base agli accertamenti ASL ed in regola con i pagamenti delle tasse. Non è sempre imputabile alle Amministrazioni comunali il disagio e la difficoltà di gestire il tema della sicurezza, e quindi auspichiamo che il Prefetto accolga con favore la richiesta di collaborazione del Sindaco con riguardo a misure non più rinviabili. Da parte nostra, daremo pieno sostegno alla linea dettata dal Sindaco nel senso di una risposta forte, immediata e qualificata delle Istituzioni. Queste sono le azioni fattive di buona politica e di cooperazione tra le Istituzioni che lavorano nel massimo rispetto delle leggi tramite interventi ed azioni di risposta efficaci ai problemi che sono emersi in Città  con grande clamore sociale e che non sono ulteriormente  tollerabili.

Arezzo è una Città che ha una grande storia ed è un esempio di civiltà e democrazia, ed è per questo che confidiamo nella proposta del Sindaco a tutela dei Cittadini per azioni concrete e sollecite delle Istituzioni interessate.

.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0