Prima Pagina | Comunicati stampa | ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: STUDENTI DEI LICEI COINVOLTI IN PROGETTI DELLA PROVINCIA

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: STUDENTI DEI LICEI COINVOLTI IN PROGETTI DELLA PROVINCIA

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: STUDENTI DEI LICEI COINVOLTI IN PROGETTI DELLA PROVINCIA

Positivo il bilancio dell'esperienza che si conclude proprio questa settimana, come ha spiegato la Vicepresidente Eleonora Ducci



Anche l'Amministrazione provinciale ha aderito al progetto di alternanza scuola-lavoro ed ha realizzato percorsi che hanno coinvolto studenti del Liceo scientifico “F.Redi” e del Liceo Classico “F. Petrarca” di Arezzo. Il progetto, che si conclude questa settimana, è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina nel palazzo della Provincia. “Credo sia giusto tirare le somme di un'esperienza che è stata nuova per noi – ha spiegato la Vicepresidente della Provincia Eleonora Ducci. Per aderire al progetto di alternanza scuola-lavoro, prevista dalla riforma del sistema scolastico, ed ospitare i ragazzi ci siamo iscritti nell'apposito elenco della Camera di Commercio. Siamo stati davvero convinti di farlo ed oggi siamo pienamente soddisfatti dei risultati, visto che siamo convinti di essere riusciti ad accompagnare gli studenti in un percorso di formazione”. Dalle insegnanti che hanno seguito i progetti, le professoresse De Santis del “Redi” e Tiezzi del “Petrarca”, sono venute interessanti valutazioni sull'importanza della collaborazione con la Provincia: “Per i Licei l'alternanza scuola-lavoro è una novità introdotta solo lo scorso anno, ma riteniamo importante che ci sia un raccordo tra l'istituzione scolastica e gli altri enti e associazioni che operano sul territorio. Da questo legame deriva la possibilità di conoscere come si svolge il lavoro all'interno di un ente locale, come è organizzato e quali sono i compiti da svolgere. Valutiamo positivamente quanto fatto in queste settimane e ci auguriamo che l'esperienza si possa ripetere anche nel futuro”, hanno concluso le professoresse De Santis e Tiezzi. Gli studenti, come hanno spiegato i funzionari della Provincia che li hanno seguiti, sono stati impiegati in progetti nei settori dell'informatica, in collaborazione con la società Ar.Tel, cultura e protezione civile. “Riteniamo positivo non soltanto il modo con il quale questo ambiente ci ha accolto, con grande disponibilità a seguirci, ma anche il lavoro che nello specifico abbiamo svolto”, ha commentato uno degli studenti a nome dei partecipanti al progetto.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0