Prima Pagina | Lo Sport | Ferretti replica ai tifosi preoccupati. Un personale pensiero di gratitudine

Ferretti replica ai tifosi preoccupati. Un personale pensiero di gratitudine

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Ferretti replica ai tifosi preoccupati. Un personale pensiero di gratitudine

Il presidente replica ad un comunicato di Orgoglio Amaranto, in cui si manifestano preoccupazioni

“Pur non essendo ad Arezzo, mi giungono voci di preoccupazioni su eventuali problemi per l’iscrizione dell’U.S. Arezzo al prossimo campionato. Il sottoscritto, con il validissimo aiuto del Vicepresidente, sta lavorando affinché tutto si concluda bene, senza alcun risparmio fisico, di tempo e di risorse economiche, oltre al superamento di ostacoli burocratici a dir poco ridicoli. Dopo tutto ciò, avverto però  la sensazione di poca fiducia nel sottoscritto: è ora quindi che i tifosi e gli aretini tutti dicano se devo lasciare la carica di Presidente o se vogliono che resti. Non è più mia intenzione, infatti, proseguire nello stato di sfiducia già vissuto negli anni precedenti . O resto o vado via: decidete voi. Qualunque sia la vostra scelta, sarà da me accettata senza alcuna recriminazione. Grazie e Forza Arezzo”.

 

Voglio aggiungere il mio pensiero da NON esperto di calcio, né di vicende calcistiche.

Piu’ volte ho avuto modo di ascoltare il presidente Ferretti e l’unica cosa che mi ha veramente stupito è la ricerca della trasparenza nella sua gestione. Nel mondo dell’imprenditoria (e una società di calcio altro non è che una impresa), è rarissimo trovare questa continua attenzione a fugare ogni possibile retropensiero sulla sua gestione.

Qualche giorno fa chiedevo a me stesso quale fosse la molla che fa spendere ad un uomo che lavora sodo e guadagna, centinaia di migliaia di euro solo per permettere a mille o duemila tifosi di andare la domenica allo stadio.

Se fossi pure ricco sfondato, se avessi la possibilità di dilapidare ricchezze, io non lo farei mai!

Dopo aver speso i miei soldi per 90 minuti di gloria, andare pure regolarmente a beccarmi gli insulti di chi non è mai contento. Ma quando mai…

Onestamente la nostra città non ha saputo esprimere nessuno con un tale spirito filantropico, ed ogni volta che penso a Ferretti, faccio fatica a non nutrire un profondo senso di gratitudine per ciò che ha fatto per la nostra squadra e per lo sport calcistico ad Arezzo. Senza di lui certamente saremmo nella migliore delle ipotesi ancora a lottare tra la serie D e la prima categoria, nella peggiore ancora falliti !

Da cittadino non esperto di calcio, non posso fare a meno di ringraziare il presidente Ferretti con tutto il cuore per quello che ha fatto fino ad oggi e ai tifosi dico solo: che Dio ce lo conservi! 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0