Prima Pagina | Economia e lavoro | Il gelo di questa notte fa strage nei vigneti e nei frutteti: agricoltura in ginocchio

Il gelo di questa notte fa strage nei vigneti e nei frutteti: agricoltura in ginocchio

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il gelo di questa notte fa strage nei vigneti e nei frutteti: agricoltura in ginocchio

Arezzo piu' fredda d'Italia questa notte e risveglio sottozero in vaste zone della nostra provincia -4,4° Palazzo del Pero e -2,5°C in tutta la valdichiana

 

 

 

Veramente terribile sul limitare della nostra provincia è il -4,4 di Gaiole in Chianti, estendibile a tutta l’area del Chianti a cavallo delle provincie di Arezzo, Siena e Firenze.   

La brina si è così appoggiata sulle coltivazioni a pieno campo, sui vigneti e sui frutteti.

Già alle prime luci dell’alba, gli agricoltori erano in campagna per valutare gli eventuali danni provocati da questa sciabolata fredda dopo settimane di siccità seguite da un po’ di pioggia

La gelata della notte scorsa ha fatto "strage" di vigneti, alberi da frutto e ortaggi

La coda invernale, dopo le temperature primaverili dei giorni scorsi, è arrivata la notte scorsa, facendo scendere la temperatura fino a -4 gradi anche in pianura, provocando la formazione della brina e gelate estese nei campi con pesanti danni alle colture.

Il gelo ha colpito soprattutto le piante più piccole e più giovani. I danni in alcuni vigneti arrivano tra il 70% e l’80% di perdita del raccolto, con qualche punta al 100%.

Gravi danni anche al mais, mentre il frumento ha retto meglio.

Ingenti danni si segnalavano ieri anche nel Nord Italia ed in particolare nelle zone vitivinicole del Veronese e della Franciacorta.

Domani si replica. E potrebbe anche andare peggio! 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0