Prima Pagina | Comunicati stampa | Venerdì di Pasqua coi carcerati di San Benedetto per la Sen. Donella Mattesini

Venerdì di Pasqua coi carcerati di San Benedetto per la Sen. Donella Mattesini

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Venerdì di Pasqua coi carcerati di San Benedetto per la Sen. Donella Mattesini

DONELLA MATTESINI IN VISITA ALLA CASA CIRCONDARIALE. “PARTENZA DEI LAVORI PREVISTA ENTRO L'ESTATE”

 

 

Questa mattina la senatrice Donella Mattesini ha fatto visita alla Casa Circondariale. Oltre gli auguri per le festività Pasquali al personale ed a tutti i detenuti, la visita è stata l’occasione per fare il punto sulla situazione del carcere di Arezzo e sui lavori in corso assieme al Direttore, il dott. Paolo Basco e gli altri dirigenti della struttura.

“Ho preso atto con piacere che una prima parte dei lavori che riguardavano il muro di cinta e alcuni interventi interni è stata terminata – ha spiegato la senatrice Mattesini – è rimasta da concludere la messa a norma dell’impiantistica ed altri interventi che renderanno tutta la struttura agibile ed utilizzabile.”

“Per questo – spiega Mattesini - ho preso contatti con il dott. Santi Consolo, Dirigente Dipartimento Amministrazione Penitenziaria (DAP), che segue con costante attenzione la situazione aretina, e con il l’architetto Barletta, responsabile Ufficio Tecnico del DAP, ai quali ho chiesto di fare il punto sul cronoprogramma dei lavori. Barletta mi ha assicurato che il finanziamento per completare gli interventi c’è già e il bando per l’assegnazione dei lavori è in ultima fase di completamento e sarà trasmesso entro pochi giorni alla Direzione Regionale Amministrazione Penitenziaria. Entro l’estate è prevista la partenza dei lavori.”

“Continuerò a seguire questa questione che va avanti da troppo tempo e che deve trovare una conclusione nei più brevi tempi possibili – conclude la senatrice democratica – si tratta di un intervento necessario che permetterà anche di produrre un risparmio annullando quelle spese che oggi l’amministrazione penitenziaria e della giustizia devono sopportare sia per il trasferimento delle persone arrestate in altre carceri che per tutto il percorso giudiziario.”

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0