Prima Pagina | Lettere alla redazione | Halloween, Gender, politica e registri razzisti

Halloween, Gender, politica e registri razzisti

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Halloween, Gender, politica e registri razzisti

 

Oggi è Halloween e quest'anno più che mai questa festa mi stimola. In primo luogo perchè io non la festeggio avendo oramai una età che mi porta a vedere più il lato della spesa che della resa della festa, avendo dei figli che vi partecipano. In famiglia però ho un parente che è un cattolico integralista, diciamo una sentinella in piedi. Quest'anno questa persona, insieme a molti altri stanno facendo una campagna di delegittimazione della festa di Halloween con proclami su social e altri mezzi tradizionali. Nello specifico mi trovo il suo profilo whatsapp con una bella immagine che ritrae una zucca con una croce con la scritta "Niente Halloween io sono Cristiano!".

Sento Padre Amort (che nome), professione esorcista, che ritiene Halloween una festa dove si adora il Diavolo e che nei fatti noi portiamo i nostri figli una sorta di celebrazione in pompa magna di Lucifero. La cosa mi ha fatto riflettere. Possibile che i Cristiani si debbano ricordare di Halloween e farla passare liscia a S.Valentino dove coppie etero ed  omo festeggiando il Dio Amore, consumano cene in ristoranti arricchiti di cuori rossi e magari, perchè no, finiscono con una bella scopata, scoperta dal sacro vincolo del matrimonio? Nello specifico che c'entra organizzare la Festa degli Angeli il 31 ottobre in alcune Parrocchie in contrapposizione con Halloween? mi sembra che di feste cattoliche il cartellone degli eventi sia pieno. E poi come poter comportarsi di Fronte al Natale, festa pagana per eccellenza, dove Babbo Natale arriva lo stesso giorno della Nascita di Gesù? Ci dovremo aspettare una luciferizzazione anche di quest'utlimo? Voglio semplicemente dire a questi cristiani integrali di definirsi Cattolici e lasciar stare Cristo che il Diavolo lo ha respinto davvero rinunciando alle di Lui tentazioni. Lasciamo in pace Halloween  che di diabolico ha solo il costo dei cappelli a forma di strega, e si lasci  la libera scelta di ogni famiglia cattolica o meno di portare i figli a divertirsi. Si preoccupino i cattolici in piedi di Medjugorie dalla quale il Papa ha sostanzialmente preso la distanza sfiduciando nei fatti le veggenti e le apparizioni a comando della Madonna. Poi Satana cosa è se non un perno fondamentale della religione Cattolica, se Satana non esistesse il merchandising vaticano sarebbe in grossa difficoltà. Siccome poi sono cattolico e cristiano e credo in Lucifero e nelle sue tentazioni son sicuro che farò di tutto per resistere alle di lui tentazioni ma non farò nulla per resistere al dolcetto scherzetto dei bimbi che stasera suoneranno alla mia porta. Dove c'è gioia e divertimento e dove si può regalare un sorriso non c'è nulla di diabolico.

In ordine al Gender io non c'ho capito nulla, ma l'altra sera sono rimasto spiazzato dalla domanda di mio figlio di 10 anni:  "Babbo Luxuria è uomo o donna?" Non ho risposto ma ho postato la domando sulla mia chat whatsapp e mi sono arrivate poche risposte serie e molte risposte ignoranti, ne cito solo alcune " Luxuria è per lui (mio figlio) quello che per noi è stato Renato Zero" " un uomo che si veste da donna" etc etc. Ecco perchè il gender a scuola serve, serve perchè una Scuola moderna deve aiutare le famiglie e i genitori più ignoranti come me a spiegare ai miei figli che le diversità esistono e sono una ricchezza per noi e per la società. Ritengo in altre parole che se il cd "gender" possa aiutare mio figlio a capire che Luxuria è un fior di professionista che ha un orientamento sessuale diverso da quello del babbo e che oltre gli uomini e donne esistono delle persone che si sentono o sono diverse da queste due macrocategorie, beh se il gender spiega questo ben venga nelle nostre scuole e non rompete le palle giocando sull'allarmismo tipico di una religione medievale che per affermare l'esistenza del Diavolo han bruciato sedicenti  streghe e  maghi  per secoli. Il Gender non è un rischio per nessuno tantomeno per i Cattolici e Cristiani. In tutto questo i fautori invece del cd attivismo civico progay e  lgbt la smettano di favorire o giustificare iniziative idiote e stupide come il ri ri registro (http://www.registrorazzista.it/arezzo-c300162)  degli omofobi e razzisti. Queste Associazioni non cerchino la rissa ma spieghino e convincano con motivazioni a far sì che ciascuno di noi superi l'ignoranza con la conoscenza e non con la paura di essere iscritti in registri o messi all'indice. Insomma non arriviamo all'approvazione dei matrimoni gay e al riconoscimento lgbt passando dalle prescrizioni dell'OMS del genere "la Figa fa male"...cerchiamo di arrivarci per crescita culturale.

P.s. della redazione:  il sito registrorazzista.it, è intestato ad un certo Arcangelo Castiglione di Belluno.  Non ho trovato gran che su questo signore, neppure su FB.  L’unico che corrisponda a questo nome, ha come unico amico un prete oppure un esperto di comunicazioni di Salerno.

Considerazioni:  "Marchiare il prossimo era un metodo Nazista  per  ridurre il prossimo in schiavitu’". Se lo scopo di RIRO è ritorcere quest’arma contro le persone che sono figlie di quel tipo di comportamenti, non è trasformandosi da vittime in carnefici che si può avere giustizia dei torti subiti. Spero vivamente che questo sito venga chiuso piu’ rapidamente possibile.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0