Prima Pagina | Eventi | 45 ANNI DI FIERA: ANCHE IL TEMPO HA FATTO IL SUO REGALO ALLA MANIFESTAZIONE

45 ANNI DI FIERA: ANCHE IL TEMPO HA FATTO IL SUO REGALO ALLA MANIFESTAZIONE

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
45 ANNI DI FIERA: ANCHE IL TEMPO HA FATTO IL SUO REGALO ALLA MANIFESTAZIONE
 
Con un pizzico di emozione e molto amarcord, questa mattina il presidente della Fiera Antiquaria Paolo Nicchi, con l’assessore alle attività produttive del comune di Arezzo Paola Magnanensi e da alcuni componenti del cda della Fiera e del Comitato Tecnico, ha consegnato in forma ufficiale a Giovanni Papini, già presente il 2 giugno 1968, il gagliardetto ricordo dei 45 anni di vita di questa manifestazione che, dal 1968,  accompagna in ogni prima domenica del mese la vita della città di Arezzo.
Accanto a Giovanni Papini, la signora Carla (Fantoni), come l’intero mondo della Fiera ha sempre conosciuto la preziosissima assistente di Ivan Bruschi presente anche lei in piazza Grande l’ormai lontana domenica 2 giugno 1968, quando iniziò questa straordinaria avventura che ha cambiato il mondo del mercato antiquariale all’aperto!
Un pizzico di emozione e molto amarcord quindi per ricordare quella scommessa, ampiamente vinta, che Ivan Bruschi fece con l’Amministrazione di allora: portare l’antiquariato in piazza. 
 
Da allora molto tempo è passato: sono cambiate le mode, i gusti, la società, l’economia... immutato tuttavia è rimasto il gusto della trouvaille, dell’emozione suggerita dalla vista di un oggetto presente nelle nostre case durante l’infanzia e oggi ritrovato su un banco...
Un’emozione che, ogni mese, è rivissuta dal pubblico, italiano e straniero, che visita la manifestazione.
Ed anche in questo primo giorno di Fiera non sono mancati i visitatori, soprattutto stranieri che, incuranti del tempo assolutamente variabile, non sono voluti mancare a questo appuntamento con l’arte, la cultura, la tradizione della nostra civiltà.
 
Per sottolineare il clima di festa, la Fiera Antiquaria ha offerto volentieri il proprio supporto al Rotary Club Arezzo con l’iniziativa Musei in piazza in 3D, un ambizioso progetto nato con lo scopo di valorizzare ciò che è esposto nei musei, purtroppo non sempre molto frequentati, nonostante le ricchezze contenute.
L’oggetto scelto per l’occasione è il vaso corallino: manufatto di abili artigiani, tipico d questa zona, che ebbe nell’antichità una larghissima diffusione, tanto da venir quasi prodotto in scala industriale (diremmo oggi), diffondendosi nel mondo allora conosciuto. Immagini tridimensionali dei vasi corallini più rari ed antichi presenti nel museo Archeologico di Arezzo, in quello di Cortona e nel museo francese di Millau sono stati proiettati sotto le logge Vasari in piazza Grande, utilizzando la tecnologia in 3D. Domani replica per tutta la giornata.

 

 
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0