Prima Pagina | Cronaca | Eutelia: come lasciare sul lastrico 2500 lavoratori.

Eutelia: come lasciare sul lastrico 2500 lavoratori.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Eutelia: come lasciare sul lastrico 2500 lavoratori.

 


 

 

 

Tre giorni fa ho ricevuto una email molto speciale. Come me l’hanno ricevuta tutte le testate aretine. In realtà si tratta di un articolo bello che pronto.

Però c’è un problema...

La pubblicazione integrale di questa email, tra l’altro rigorosamente anonima, come se fosse un normale articolo, configurerebbe istantaneamente un reato: accesso illecito a sistema informatico. Un furto in poche parole. All’interno infatti appaiono email riservate, trafugate (questa è la parola esatta) da qualche sistema informatico. Un panflet da cui si potrebbe desumere che dietro l’operazione di vendita della Eutelia, non ci sia proprio trasparenza. Ma attenzione, sono solo deduzioni. Che fare ? Il Caso Berlusconi/Il Giornale e le intercettazioni illecite, ormai è scuola. 

Stamani il Corriere di Arezzo, ne ha pubblicato uno stralcio, depurando il contenuto di quelle parti che appaiono pericolose, o quantomeno illegali. Anche se il contenuto fosse autentico, cose di cui non possiamo essere certi, non vi è dubbio che detto contenuto è stato recuperato attraverso mezzi illeciti.

Ma anche i lavoratori (alcuni dei quali penso abbiano scritto il famoso testo) devono in qualche modo essere tutelati, essendo in questa vicenda, realmente la parte debole della catena. Devo specificare che preventivamente alla pubblicazione, il contenuto di questa fantomatica email è già stata inviata agli inquirenti. Tutta la documentazione è tuttavia liberamente reperibile in rete, dal momento che gli hacker (non mancano in azienda vista la tipologia) hanno provveduto a renderla pubblica, allocandola su ben 5 siti diversi (che credo siano fuori dalla spazio territoriale nazionale). 

Vediamo dunque cosa è possibile pubblicare. La parte che segue esprime giudizi di merito assolutamente soggettivi. Il valore di una azienda infatti, non si può pesare, ma dipende da fattori di mercato, sostanzialmente imponderabili. Alcuni passaggi sono stati "limati" senza cambiarne assolutamente il senso. 

Come lasciare sul lastrico 2500 lavoratori.

Il caso Eutelia scoppia nel 2010 con il commissariamento dell'azienda e la perdita del lavoro per circa 2500 persone che da un giorno all'altro si trovano in mezzo alla strada. La speranza di ottenere nuovi sbocchi lavorativi con la nuova gestione commissariale e soprattutto l'auspicio di un reintegro di tutti i dipendenti da Agile in Eutelia in seguito alla sentenza del Tribunale che dichiarava antisindacale il trasferimento in Agile, purtroppo svanisce con il passare dei giorni. La speranza di riottenere il nostro posto di lavoro grazie alla buona condotta aziendale sparisce come d'incanto e si apre dinnanzi a noi un vero e proprio incubo. I Commissari nominati dallo stesso Tribunale che dichiarava l'amministrazione straordinaria dell'azienda, pensano bene di VENDERE l'azienda per poco piu' di 15 milioni a fronte di perizie che ne attestavano un valore di oltre 200 milioni di euro. E' cosi' che i TFR dei lavoratori, le commesse acquisite con professionalita' negli anni e le speranze di riprendere l'attivita' lavorativa naufragano definitivamente.

Come è possibile che ciò sia accaduto? Cio' e' avvenuto perche' i Commissari di Eutelia, coloro che avevano il compito di preservare la ricchezza aziendale nell'interesse soprattutto dei lavoratori, hanno venduto le infrastrutture e tutte le attività di Eutelia per soli 15.7 milioni di Euro a fronte di perizie da loro stessi richieste, che ne decretavano, almeno inizialmente, un valore di oltre 207 milioni di Euro! Tutto questo nel silenzio assordante del sindacato, che anzi ha avallato ogni loro mossa, e degli enti preposti al controllo della gestione commissariale.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0