Prima Pagina | Politica società diritti | Comune e Aisa lanciano il “porta a porta”

Comune e Aisa lanciano il “porta a porta”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Comune e Aisa lanciano il “porta a porta”

La prima zona è l’”asse” Olmo – Rigutino. Lettere, assemblee, consegna del kit a ogni famiglia

 

E “porta a porta” sia. Comune di Arezzo e Aisa avviano la prima esperienza sul territorio. Stanno per partire le lettere a tutte le famiglie e le imprese interessate, è stato definito il calendario delle assemblee sul territorio e dall’11 febbraio inizierà la distribuzione del kit a ogni famiglia e imprese che durerà circa un mese e mezzo.

Questa fase di “lancio” del porta a porta nel comune di Arezzo interessa l’asse Olmo – Rigutino: si tratta di quasi 10.000 residenti, di 3.548 utenze domentiche e di 298 utenze diverse

Nella lettera, Comune e Aisa, ricordano che “l’obiettivo è raggiungere il 65%. Quando si parla di percentuali di raccolta differenziata si sottintende rifiuti recuperati e quindi non inceneriti e non portati a discarica. Questo obiettivo è raggiungibile solo con la raccolta differenziata porta a porta”.

Amministrrazione comunale e Aisa sottolineano che “è una questione di difesa dell’ambiente, del futuro nostro e soprattutto dei nostri figli. Abbiamo un obbligo morale e pratico: diminuire quanto più possibile la produzione di rifiuti e comunque diminuire quanto più possibile i rifiuti non recuperabili”.

Il kit che verrà distribuito ad ogni famiglia consentirà di differenziare tutti i rifiuti e di conferirli fuori dalla propria abitazione negli appositi contenitori che verranno consegnati, riducendo ai minimi termini i rifiuti indifferenziati.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina in palazzo comunale dal Sindaco Giuseppe Fanfani, dall’assessore Franco Dringoli e da Marzia Sandroni del Consiglio d’Amministrazione di Aisa.

Come avviene la raccolta

A fronte porta o al confine con la proprietà dell'utente. Per poter conferire i rifiuti, Aisa distribuisce contenitori e sacchi a perdere calcolati in base alle comuni necessità e alla produzione dei rifiuti. Questa raccolta nel territorio è coadiuvata da bidoncini di prossimità specifici per l'organico e per il vetro. E’ rivolta a tutte le utenze e organizzata secondo un calendario di ritiro. Le utenze non domestiche con alte produzioni di rifiuti possono usufruire di specifici servizi porta a porta.

I centri di raccolta

Sono a Tramarino e Molinaccio. Sono aree presidiate e allestite per l'attività di raggruppamento dei rifiuti urbani suddivisi per frazioni omogenee. In queste strutture si portano i rifiuti direttamente e possono accedervi tutte le utenze. I centri di raccolta sono predisposti, in modo specifico, per quei rifiuti che per la loro natura non possono essere conferiti in circuiti di raccolta porta a porta o stradali. Attenzione perché ai centri di raccolta non possono essere conferiti rifiuti speciali non assimilati agli urbani.

Il calendario degli incontri 

Martedì 5 Febbraio  ore 21 presso Circolo Olmo

Olmo, Ripa di Olmo, Madonna di Mezzastrada, Pieve a Quarto, Sargiano, S.Flora Torrita

Giovedì  7 Febbraio ore 21 presso Centro Sociale S. Andrea a Pigli

S. Andrea a Pigli, Fontiano, Il Matto.

Lunedì 11 Febbraio ore 21 presso la Polisportiva di Policiano

Policiano e Manziana

Martedì 12 Febbraio ore 21 presso il Centro Civico di Rigutino

Rigutino, Sassaia, Frassineto

Giovedì  14 Febbraio ore 21 presso Polisportiva Vitiano

Per gli abitanti delle frazioni e zona di  Vitiano e Poggio Ciliegio

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0