Prima Pagina | L'opinione | Papa-Flop ad Arezzo

Papa-Flop ad Arezzo

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Papa-Flop ad Arezzo

In una città spettrale, blindata e vuota, meno di un terzo delle 30.000 persone annunciate hanno partecipato alla Santa Messa di Papa Ratzinger ad Arezzo.

Indipendentemente da qualsiasi considerazione di carattere religioso, nelle speranze di tutti la visita del Papa nella nostra città sarebbe dovuta essere un grande biglietto da visita per un rilancio turistico.

O almeno così molti amministratori, dopo l'intervento dei Senatori Poretti e Perduca, avevano giustificato la spesa di oltre 500.000 euro che si ipotizza i contribuenti abbiano sostenuto per questa visita pastorale del santo padre nella terra di Piero.

Purtroppo nessuna orda di pellegrini si è riversata in città: bar semivuoti, strade transennate desolate e una città blindata hanno fatto da cornice all'evento che ha fatto contare un numero assai inferiore di fedeli rispetto a quello che era stato sbandierato alla vigilia.

Ampi settori del prato al di fuori dell'area dei posti a sedere erano letteralmente semivuoti e il resto della città era blindato e completamente deserto.

Anche mediaticamente parlando i giornalisti erano davvero pochi con una sala stampa desolantemente semivuota e il riscontro di risonanza della visita sulla stampa nazionale assolutamente limitato.

In compenso la presenza massiccia di polizia, digos, carabinieri, guardia di finanza, autombulanze, servizio d'ordine, elicotteri militari, volontari, servizi segreti, era proprio quella di un G8.

Risulta di tutta evidenza che l'impiego di sforzi e risorse è stato assolutamente sproporzionato rispetto a quello che era realmente l'evento, e questo è un dato di fatto difficilmente controvertibile.

Ma adesso gustatevi il nostro filmato che documenta una città deserta dove abbiamo incontrato solitari Grillini al loro banchino (sorpresi pure loro per tanta assenza di persone) dove presentavano alcune loro proposte alternative al governo Monti  e la contro-manifestazione di Piazza Zucchi con "quattro gatt"i e tante bandiere rosse, segno che non solo agli aretini l'avvento del papa è interessato relativamente ma che importava anche poco pure l'idea di contestarlo.

Tanto disinteresse generale dovrebbe far riflettere.

Buona visione

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0