L’Arezzo torna ai tre punti: vittoria in rimonta contro la Pro Livorno Sorgenti (2-1)

0
La dodicesima giornata di campionato, quella che sarà inizio alla settimana con il turno infrasettimanale, si è aperta con la Pro Livorno Sorgenti come avversario al Comunale.
Fino al  54′ una partita giocata malissimo.
Una squadra disorganizzata quasi terrorizzata,  dove ognuno agiva per conto proprio.
L’avversaria era imbarazzante eppure abbiamo faticato ad averne ragione.
Gli amaranto vanno sotto con la Pro Livorno dopo appena 4 minuti per un rigore realizzato da Camarlinghi che appesantisce il clima al Comunale.
La squadra crea pochissimo in avanti. Nella ripresa le reti dei giocatori arrivati in settimana dal mercato riportano un po’ di sereno e la vittoria che mancava dal 31 ottobre. La Minghelli senza tifo e con una lunga sequenza di striscioni contro calciatori e dirigenza
In positivo va detto che i nuovi hanno mostrato buone caratteristiche.
Speriamo che nell’immediato futuro la squadra si sappia riprendere, altrimenti non ci sarà niente da fare.
Una vittoria può dire molto, ma può non essere suddiciente.

AREZZO (4-3-3): 1 Colombo; 23 Campaner (24′ st 3 Mastino), 15 Lomasto, 2 Biondi, 21 Ruggeri; 26 Marchi (47′ st 16 Sicurella), 95 Pizzutelli, 31 Marras D.; 7 Strambelli (30′ st 24 Muzzi), 9 Foggia (43′ st 10 Cutolo), 18 Calderini.
A disposizione: 12 Commisso, 6 Pisanu, 19 Pinna, 44 Memushi, 80 Tordella.
Allenatore: Andrea Sussi.

PRO LIVORNO SORGENTI (3-5-2): 1 Blundo; 4 Salemmo (27′ st 17 Filippi), 6 Videtta, 5 Cavalli; 2 Solimano, 7 Bardini (39′ st 16 Turini), 11 Tartaglione (27′ st 18 Bachini), 8 Costanzo, 3 Bertelli; 10 Camarlinghi, 9 Baracchini (43′ st 20 Canessa).
A disposizione: 12 Rossi, 13 Samba, 14 Figoli, 15 Lotti, 19 Matteoli.
Allenatore: Paolo Stringara.
ARBITRO: Fabio Franzò di Siracusa (Massimiliano Cirillo di Roma 1 – Davide Lanzellotto di Roma 2).
RETI: pt 5′ Camarlinghi rig.; st 9′ Calderini, 19′ Pizzutelli.
Note – Spettatori: 900 circa. Recupero: 0′ + 4′. Angoli: 8-7. Ammoniti: pt 23′ Campaner; st 9′ Bardini, 12′ Lomasto, 38′ Costanzo, 44′ Calderini, 44′ Bertelli.