“VicenzaOro occasione di ulteriore crescita per l’oro aretino sul mercati internazionali”

0

Su 130 complessive sono oltre  60 le aziende orafe associate a Confartigianato Arezzo presenti alla Fiera di Vicenza aperta oggi

Parrini: Crisi Covid in via di superamento grazie alla rapidità nella risposta alle mutate esigenze mondiali data dalle flessibili imprese orafe del nostro Distretto

Su 130 complessive che partecipano alla Kermesse sono oltre 60 le aziende orafe di Confartigianato Arezzo presenti a Vicenza per le Fiera Orafa inaugurata oggi. E la nutrita delegazione aretina è rappresentata dal presidente nazionale di Confartigianato Orafi, Luca Parrini, che è anche ovviamente, presidente degli orafi di Confartigianato Arezzo e Toscana.

Una presenza significativa all’evento dì  Vicenza, da dove lo stesso Parrini lancia segnali di ottimismo e di speranza per il settore: “Questa importantissima Fiera, alla quale gli artigiani orafi aretini sono molto attaccati e anche stavolta molto numerosi, si presenta in un momento di grande rilancio per il settore a livello internazionale”.

Secondo il presidente degli orafi di Confartigianato –  che ovviamente si riserva poi un bilancio complessivo da tirare a fine Fiera – “questo è un momento non solo di tenuta, ma di forte affermazione della nostra presenza, come Distretto aretino – che, non dimentichiamolo, è il primo in Europa per numerosità delle imprese, numero di dipendenti e fatturato estero. Tutto ciò nasce fondamentalmente da due fattori: il primo è che lo scorso anno, proprio  come Confartigianato, abbiamo proposto che, sempre qui a Vicenza, si tenesse, in presenza l’evento “Voice”, fondamentale momento di comunicazione del gioiello Made in Italy che si è rivelato strategico per mantenere contatti e contratti a livello mondiale anche in epoca Covid”.

Il secondo elemento che evidenzia Parrini è invece riferito alla particolarità del sistema orafo aretino e italiano in generale: “Le piccole imprese del nostro distretto orafo possono offrire una duttilità e una capacità di adattamento rapidissimo alle esigenze del mercato internazionale che nessun altro possiede: il nostro sistema produttivo organizzato per fasi di lavorazione  successive, con aziende che lavorano in collaborazione nella realizzazione dei prodotti di oreficeria, consente di attivare una flessibilità pronta a dare risposte in tempo brevissimo alle richieste dei mercati sia dal punto di vista della qualità sia della quantità”.

A questo punto, conclude Parrini,“questa edizione della Fiera orafa di Vicenza sembra partire sotto i migliori auspici, e ci auguriamo davvero che le aziende orafe aretine proseguano e incrementino, anche attraverso questo evento, il ruolo dinamico e vincente che stanno sempre più assumendo sui mercati internazionali”.