Porta Crucifera ha vinto la 140esima edizione della Giostra del Saracino

14

Dopo tre edizioni di fermo a causa dell’emergenza Covid 19 torna in piazza la Giostra del Saracino.

A causa di una rissa tra figuranti, sono intervenute le forze dell’ordine per separare i contendenti, alcuni dei quali espulsi.

Nella sfida tra i quattro quartieri Porta Crucifera, Porta Santo Spirito, Porta Sant’Andrea e Porta del Foro c’è stato subito un episodio clamoroso, con la spezzatura dalla lancia nell’impatto contro il buratto che, come prevede il regolamento, ha fruttato il raddoppio del punteggio.

Avendo centrato un 8, Porta Crucifera è stata inseguita dagli altri quartieri in particolar modo da Porta Santo Spirito che ha centrato un doppio cinque.

In piazza sono così scoppiati i tafferugli tra i figuranti di Porta Sant’Andrea e Porta Crucifera. Le indagini, attraverso l’esame delle telecamere, cercheranno di chiarire le eventuali responsabilità.

Durante la manifestazione presente anche il camper della Asl che ha vaccinato 76 persone. Un camper che non è passato inosservato.
Un servizio apprezzato dalla comunità e che si sta dimostrando sempre più efficace per aumentare la copertura vaccinale della popolazione.

Grazie alla collaborazione tra USL Toscana Sud Est, Comune di Arezzo e Misericordia di Arezzo in piazza S.Agostino si sono presentati in tanti presso il camper attrezzato.
Nella giornata dello storico ritorno della Giostra del Saracino sono stai 76 i cittadini cha hanno colto l’opportunità di vaccinarsi.
Il camper, fornito dalla Misericordia di Arezzo, era posizionato nella centrale piazza Sant’Agostino.
Presenti medici, infermieri e personale amministrativo della Usl.
Il progetto della vaccinazione itinerante proseguirà anche nelle prossime settimane.