Vaccini in spiaggia, a Follonica boom di prenotazioni. Dosi da 150 a 200

0
Grande successo per il primo giorno di “GiovaniSìVaccinano”. Domenica 8 si replica a Capalbio 

Ha superato le aspettative il successo riscosso a Follonica, al parco centrale il primo giorno di “Vaccini in spiaggia”, iniziativa di “GiovaniSìVaccinano”, avviata nei giorni scorsi dalla Regione Toscana nell’ambito di “GiovaniSì”, per sensibilizzare le ragazze e i ragazzi toscani a vaccinarsi contro il Covid.

Stamani erano presenti Bernard Dika, consigliere speciale del presidente Giani su giovani e innovazione, il direttore del settore difesa del suolo e protezione civile Giovanni Massini, la direttrice sanitaria della Asl Toscana Sud Simona Dei, insieme al sindaco di Follonica Andrea Benini.  Ma già venti minuti prima dell’apertura del camper offerto da un pool di generosi donatori quale punto vaccini da spiaggia, le richieste erano già 150, tante quante le dosi che si prevedeva di somministrare oggi dalle 10 alle 24. Una risposta che ha spinto ad aggiungere altre 50 dosi al pacchetto odierno così da portare il numero di vaccini a 200.
Il più giovane vaccinato è del 2009, tanti i ragazzi con meno di 18 anni ma anche tante persone di età più avanzate.

“Mi trovo al mare perché abbiamo casa proprio a Follonica – ha detto Camilla, 18 anni, appena vaccinata – e ho trovato questa proposta perfetta, veloce e pratica e l’ho sfruttata subito. Mi volevo vaccinare e questo è stato il modo più semplice”.
“Avevo una prenotazione per il 17 agosto – racconta Edoardo, 16 anni –  ma volevo anticipare perché capisco che prima si fa il vaccino meglio è. Trovando questa possibilità e abitando a Piombino, quindi vicino, ho chiesto a mio padre di accompagnarmi a Follonica. Ho prenotato ieri e stamani ho fatto la prima dose”.

“Nove ventenni su 10 hanno già deciso di vaccinarsi (il 57% è già vaccinato con prima dose), dando una grande lezione a chi li ha dipinti, per mesi, come irresponsabili – ha detto Bernard Dika, consigliere speciale del presidente per le politiche giovanili -. In spiaggia convinceremo i genitori dei minorenni, che hanno già aderito al 44%, e i trentenni, fermi al 72% di adesione. La Regione Toscana è tra i giovani, pronta a chiarire dubbi. Andremo direttamente sulle spiagge e nei luoghi di aggregazione con gli operatori sanitari. Spiegheremo, rassicureremo e vaccineremo direttamente. Lo avevamo promesso una settimana fa e oggi è realtà. È il momento di fare la differenza, anche vaccinandosi in spiaggia, non nascondiamo la testa sotto la sabbia!”.

Il progetto “GiovaniSìVaccinano”, avviato lo scorso fine settimana, in stretta collaborazione con Anci Toscana, le Asl nord ovest e sud est .