Aretini al voto: le curiosità

0

Saranno 75.689 gli aretini chiamati al voto domenica 26 maggio per il Parlamento Europeo: 35.944 uomini e 39.745 donne. E 956 andranno alle urne per la prima volta.

Sono tre gli elettori più giovani, diventano maggiorenni proprio domenica e votano tutti in centro. Per l’elettore più anziano, classe 1912, urna alla scuola elementare di Policiano. In termini quantitativi, la sezione più numerosa è la 35, alla scuola Tricca, con 1.116 elettori di cui 512 uomini e 604 donne. Per trovare la meno numerosa bisogna salire a Santa Maria alla Rassinata: è la 85 con 69 elettori di cui 34 maschi e 35 femmine.

Il voto si esprime tracciando con la matita copiativa un segno sul contrassegno della lista prescelta o nel rettangolo che lo contiene. Ciascun elettore può anche esprimere fino a un massimo di 3 preferenze esclusivamente per i candidati della lista votata. Inoltre, le preferenze devono riguardare candidati di sesso diverso, pertanto in caso di 3 dello stesso sesso, la seconda e la terza preferenza sono nulle. Nel caso si esprimano due preferenze, sarà nulla la seconda se riguarda un candidato dello stesso sesso della prima.

Sul sito del Comune di Arezzo è possibile trovare ogni indicazione utile per esercitare il diritto di voto, dalla tessera elettorale da rinnovare al servizio di trasporto in favore dei disabili per il raggiungimento del seggio, da richiedere telefonicamente al numero 0575 377349, dal voto domiciliare a quello dei ricoverati presso qualsiasi struttura sanitaria o casa di riposo. Fino alle agevolazioni tariffarie per i viaggi degli elettori.