Ar-rivare sicuri, l’educazione stradale nelle scuole fa ancora centro

0

Appuntamento per la giornata conclusiva del progetto mercoledì 29 maggio in piazza della Libertà. Redazioni invitate alle 11, quando saranno presenti le autorità

Il progetto di educazione stradale Ar-rivare sicuri, promosso dall’amministrazione comunale e che ha preso il via nel 2017, ha registrato anche quest’anno ottimi risultati. Ecco i numeri: le scuole che hanno aderito al progetto, dalle materne alle superiori, sono 37, per un totale di 119 classi e 2.288 studenti coinvolti mentre sono oltre 500 le ore dedicate ai ragazzi. Venti, inoltre, gli agenti impegnati dalla polizia locale, appartenenti al nucleo Educazione stradale, coordinati  dall’assistente scelto Chiara Coralli, con la supervisione del comandante Cino Augusto Cecchini.

Attività in classe, uscite sul territorio, visite al comando: tutti momenti per affermare il valore e l’importanza dei comportamenti corretti quando si è alla guida delle quattro e delle due ruote. Il Comune di Arezzo, vincitore di un bando del ministero dell’Ambiente sulla mobilità sostenibile, ha potuto usufruire di 5.000 euro per acquistare gadget per i bambini e nuovo materiale didattico a disposizione degli agenti. Sono state inoltre distribuite migliaia di copie di due vademecum sulla sicurezza stradale, uno dedicato ai bambini e uno dedicato ai genitori, redatto dalla società che si occupa della bonifica delle strade dopo gli incidenti.

Mercoledì 29 maggio, la giornata conclusiva del progetto, con carattere prettamente dimostrativo, si terrà nella parte alta della città, nel perimetro racchiuso tra via Ricasoli, piazza della Libertà e piazza Duomo dalle 9,30 alle 12,30. In caso di maltempo, appuntamento al padiglione 6 di Arezzo Fiere e Congressi.

I 150 alunni partecipanti potranno ripassare le regole apprese in classe e durante le attività pratiche grazie a percorsi pedonali e a mini-quad, senza essere persi di vista dagli occhi attenti degli agenti e degli operatori dell’Associazione motociclistica aretina che con la sua struttura ha reso possibile, anche nel 2019, lo svolgimento del progetto. Questo si avvale inoltre della collaborazione di prefettura, questura, polizia stradale, arma dei carabinieri, carabinieri forestali, guardia di finanza, provincia di Arezzo, Asl Toscana sud est, Tiemme, Regione Toscana, Ufficio scolastico provinciale, Aci Arezzo, vigili del fuoco, polizia penitenziaria, Croce rossa italiana, Croce bianca, Misericordia, 118, Federazione motociclistica italiana.

Coordinati dal professor Domenico Salinardi, saranno presenti 16 studenti del liceo artistico per truccare i bambini con i segnali stradali preferiti.

Appuntamento per le redazioni giornalistiche alle 11, in piazza della Libertà, quando saranno presenti le autorità e i rappresentanti delle istituzioni coinvolte.