Arrestato “lo sparatore” della piccola Noemi. Si era fermato nell’area di servizio di Serre di Rapolano, nel raccordo che unisce il casello Valdichiana con Siena.

0

Si era fermato nell’area di servizio di Serre di Rapolano, nel raccordo che unisce il casello Valdichiana con Siena.

Accellerazione nelle indagini sulla sparatoria avvenuta il 3 maggio in strada a Napoli in cui è rimasta ferita gravemente la piccola Noemi, di appena 4 anni, che era insieme alla nonna: è stato arrestato il presunto responsabile dell’agguato a Salvatore Nurcaro, anche lui rimasto ferito, si chiama Armando Del Re ed è stato bloccato sulla Siena-Bettolle. Armando Del Re si trova ora nella caserma dei carabinieri di Siena.

Il vero obiettivo del killer era Salvatore Nurcaro. L’operazione è stata condotta in contemporanea da agenti della polizia di stato, finanzieri e carabinieri.

Fermato anche il fratello di Armando Del Re, Antonio. Se Armando sarebbe l’esecutore materiale, Antonio avrebbe fornito supporto logistico.

Il procuratore di Napoli, Giovanni Melillo, ha spiegato in conferenza stampa che l’agguato è maturato in pieno contesto camorristico. Armando e Antonio Del Re sono stati fermati con l’accusa di tentato omicidio premeditato. Le richieste di convalida dei fermi saranno formulate nelle prossime ore: “C’e’ stata premeditazione, i movimenti della vittima sono stati a lungo controllati, cio’ rivela la metodologia mafiosa”.