Borghini, Brunori, Rolando: tre gol a Pistoia che valgono un quarto posto splendido. Applausi!

0
Gli amaranto la sbloccano subito su azione d’angolo con il difensore e raddoppiano a inizio ripresa con il tredicesimo gol stagionale del centravanti. Poi l’ex Gozzano cala il tris. Le sconfitte della Carrarese a Chiavari e della Pro Vercelli a Olbia lanciano Dal Canto in quarta posizione: l’Arezzo salta il primo turno ed entra nei play-off dal 15 maggio

Ultima giornata di campionato. La Pistoiese è già salva, l’Arezzo è già nei play-off ma con una vittoria al ”Melani” può ambire al quinto posto in classifica. Per questo Dal Canto fa rientrare i tre assenti di sabato scorso, causa squalifica: Basit, Luciani e Pelagatti. L’unica sorpresa è Borghini in difesa con Pinto che va in panchina. 3-5-2 per gli arancioni di Asta. 400 i tifosi aretini nel settore ospiti, in maggioranza rispetto agli spettatori di casa.

La partita si mette subito bene. Brunori conquista un angolo davanti allo spicchio amaranto, Cutolo calcia sul primo palo e Pelagatti, di testa, anticipa tutti. La palla sbatte sulla traversa e torna in campo dove Borghini, sempre di testa, la appoggia in rete. Secondo gol consecutivo per il difensore e Arezzo in vantaggio.

La Pistoiese non ci sta. Luperini, sempre su azione nata dall’angolo, la incorna a un palmo dal palo di Pelagotti. Cutolo è vivo, molto mobile, a caccia del gol che lo porterebbe in doppia cifra: sua la palla in profondità per Brunori, anticipato dal portiere con un’uscita avventata al limite dell’area. Foglia si avventa sulla respinta ma calcia alto. Buona questa frazione di gara dell’Arezzo, deciso e concentrato.

L’unico veramente pericoloso, nella Pistoiese, è capitan Luperini (10 gol in campionato). E’ lui, al 29′, a mancare la deviazione vincente da pochi metri. La risposta amaranto è firmata Serrotti dopo un ottimo palleggio a metà campo: il rifinitore calcia a giro con il destro dai venti metri e non va distante dalla porta. Prima dell’intervallo c’è spazio anche per un tentativo di Brunori, che se ne va di fisico a Terigi ma poi vanifica tutto sparando in curva. Il primo tempo finisce con l’Arezzo avanti di un gol.

Come nel primo tempo, l’avvio di frazione porta in dote il gol. Brunori dentro i sedici metri si libera bene di un impacciato Dossena e poi, cadendo, riesce a battere a rete di sinistro. Romagnoli la sfiora soltanto ed è il raddoppio amaranto, gol numero 13 per il centravanti in stagione.

Il 2-0 smorza i toni della gara. Asta allora ricorre a un triplo cambio al minuto 12, mandando dentro anche i senatori Vitiello e Fanucchi. Dal Canto poco dopo fa respirare Cutolo e inserisce Rolando, mentre un minuto più tardi Basit si fa ammonire per un’entrata dura a centrocampo. L’ex Gozzano, come gli capitò all’esordio con il Siena, trasforma in gol il primo pallone toccato: assist di Buglio e rasoterra di destro che trafigge l’incerto Romagnoli.

Con i tre punti in ghiaccio, Luciani e il diffidato Serrotti escono per fare spazio a Zappella e Belloni. Ma in pratica non si gioca più e si ascoltano solo i risultati dagli altri campi. A dieci dalla fine fuori anche Basit, ammonito, e dentro Benucci.

Dopo quattro minuti di recupero, Pascarellla fischia la fine. L’Arezzo sale a quota 64, scavalca la Carrarese e la Pro Vercelli e chiude il suo splendido campionato al quarto posto della classifica. Nel prossimo weekend, niente play-off, gli amaranto entrano dal secondo turno del 15 maggio. Applausi!

Pistoia. Stadio ”Marcello Melani”, ore 16.30.

PISTOIESE (3-5-2): 12 Romagnoli; 5 Dossena, 32 Ceccarelli, 4 Terigi (st 1′ Llamas); 14 Regoli (12′ st 24 Forte), 17 Luperini, 23 Petermann (32′ st 29 Picchi), 6 Tartaglione (12′ st 8 Vitiello), 3 Cagnano; 7 Piu (12′ st 10 Fanucchi), 11 Momentè.

A disposizione: 1 Meli, 22 Pagnini, 9 Cellini, 18 Sallustio, 19 Sgrilletti.

Allenatore: Tonino Asta.

AREZZO (4-3-1-2): 22 Pelagotti; 16 Luciani (27′ st 2 Zappella), 6 Pelagatti, 33 Borghini, 32 Sala; 4 Buglio, 13 Basit (35′ st 21 Benucci), 8 Foglia; 11 Serrotti (27′ st 39 Belloni); 9 Brunori, 10 Cutolo (19′ st 23 Rolando).

A disposizione: 1 Bertozzi, 3 Sereni, 7 Zini, 18 Remedi, 19 Persano, 24 Burzigotti, 26 Pinto, 29 Tassi.

Allenatore: Alessandro Dal Canto.

Indisponibili: 17 Salifu. Diffidati: 11 Serrotti.

ARBITRO: Mattia Pascarella di Nocera Inferiore (Fabrizio Giorgi di Legnano – Nicola Tinello di Rovigo).

NOTE: spettatori presenti 915 (407 in curva ospiti). Ammoniti: st 20′ Basit, 42′ Vitiello. Angoli: 2-4. Recupero tempi: 2′ e 4′

RETI: pt 2′ Borghini; st 1′ Brunori, 23′ Rolando