Presentazione rapporto sociale Censis 2018: perché siamo più cattivi

0

Iniziativa Sestante e Tsd: “una comunità solidale e responsabile: proviamo a dimostrare che esiste”

Incontro tra volontariato, cooperazione sociale e sindacati il 7 marzo nella Sala delle Volte della Basilica di San Francesco

Ketty Vaccaro,  Responsabile Area welfare e salute del Censis, presenterà il  52° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese/2018. Appuntamento alle ore 16.30 di giovedì 7 marzo nella Sala delle Volte della Basilica di San Francesco (ingresso da via Beccheria).

L’iniziativa è dell’associazione Sestante e dell’emittente televisiva TSD: “l’obiettivo è diffondere i contenuti del rapporto Censis che sono senza dubbio allarmanti e di creare un’occasione di confronto, che speriamo stabile, tra i soggetti che più di altri hanno la persona al centro della loro attività: le associazioni di volontariato, le organizzazioni sindacali,  la cooperazione sociale“.

“Dopo il rancore, la cattiveria – scrive il Censis. Per il 75% degli italiani gli immigrati fanno aumentare la criminalità, per il 63% sono un peso per il nostro sistema di welfare. Solo il 23% degli italiani ritiene di aver raggiunto una condizione socio-economica migliore di quella dei genitori. E il 67% ora guarda il futuro con paura o incertezza. Il potere d’acquisto delle famiglie ancora giù del 6,3% rispetto al 2008. Emergenza lavoro: scompaiono i giovani laureati occupati (nel 2007 erano 249 ogni 100 lavoratori anziani, oggi sono appena 143). (…) La delusione per lo sfiorire della ripresa e per l’atteso cambiamento miracoloso ha incattivito gli italiani”.

Nel corso dell’incontro del 7 marzo si parlerà anche d’informazione e del valore del dialogo.

Il confronto sarà coordinato da Elisabetta Giudrinetti, Direttore di Tsd e per l’associazione Sestante interverranno i coordinatori Pamela Masini e Riccardo La Ferla.